SABATO 23 MARZO 2019
Il fatto

A Castellammare officina abusiva, nascosti rifiuti pericolosi: scatta il sequestro

Denunciato il proprietario, stabiese di 44 anni, titolare di un'attività fantasma

di redazione
Officina abusiva alla periferia di Castellammare in cui erano nascosti rifiuti pericolosi. Sequestato il locale e tutte le attrezzature. Nei guai il proprietario, uno stabiese di 44 anni a cui sono stati contestati anche reati ambientali. E’ la scoperta effettuata dagli uomini della guardia di finanza stabiese, agli ordini del capitano Salvatore Della Corte. Il titolare è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica. Un'attività fantasma in cui riparava auto e scooter senza avere alcuna autorizzazione. Durante i controlli gli investigatori hanno trovato rifiuti speciali nell'officina e nella zona circostante, destinati a danneggiare l'ambiente.  dell’area e dei locali in uso al gestore dell’attività illecita sono stati poi trovati numerosi rifiuti speciali come olii e altri materiali provenienti dalla lavorazione. Scattato il sequestro dei locali per deposito incontrollato di rifiuti pericolosi e per l’esercizio abusivo della professione di autoriparatore. Sequestrate anche tutte le attrezzature utilizzate per lo svolgimento dell'attività abusiva.
07-08-2018 10:04:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO