DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019
Il fatto

A Castellammare un parcheggio nelle Antiche Terme, il via libera di Cimmino e della sua giunta

Prevista un'area per 140 posti auto, il sindaco: "Un progetto per il rilancio del centro antico"

di redazione
A Castellammare un parcheggio nelle Antiche Terme, il via libera di Cimmino e della sua giunta

L'idea non è nuova. Cimmino rispolvera un progetto di Bobbio: un parcheggio da 140 posti auto nelle Antiche Terme. Chiuso per lo stop della Regione Campania che considerava a rischio le fonti di acqua minerale, l'amministrazione di centrodestra ha ripescato il progetto individuando una soluzione alle obiezioni arrivate da Palazzo Santa Lucia. È stato approvato in giunta lo studio di fattibilità per la realizzazione del parcheggio nel il piazzale delle Antiche Terme. Si legge in un post su Fb del sindaco Cimmino: "Il progetto, messo a punto grazie all’impegno dell’assessore Giovanni Russo, rientra a pieno titolo tra gli interventi mirati ad innescare un circuito virtuoso finalizzato al rilancio, alla riqualificazione e alla valorizzazione del centro antico". L’intervento consentirà di realizzare 140 posti auto, di cui 4 destinati ai disabili, a servizio delle Antiche Terme, del centro antico e dell’intera città. Poi il post spiega come l'amministrazione Cimmino intende "mettere in sicurezza" le acque termali. "Nell’area di intervento, inoltre, è stato previsto un impianto di smaltimento di acque meteoriche dotata di una vasca di disoleazione per il trattamento degli oli raccolti nel piazzale prima che le acque possano essere sversate nella fognatura pubblica esistente lungo Via Acton e collegata alla pubblica fognatura. Ciò consentirà la corretta regimentazione delle acque al fine di preservare l’equilibrio idrogeologico della sottostante preziosa falda acquifera". È prevista, infine, la realizzazione di 3 varchi, uno per l’ingresso delle autovetture e due per le uscite. L’intervento è stato approvato con l’obiettivo di includere la realizzazione del parcheggio all’interno del piano triennale delle opere pubbliche per l’anno 2019, contrastando in tal modo la sosta selvaggia su via Duilio e via Brin. Partita la progettazione, ora si passa alle fase successive fino al bando di gara per il prossimo anno. 

12-11-2018 13:12:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO