MERCOLEDÌ 20 MARZO 2019
Castellammare

A Moscarella e Cmi sfratto per 90 famiglie: "Chiediamo la firma della santoria, vogliamo sapere chi ha diritto a restare in quelle abitazioni"

I rappresentanti delle case popolari ricevuti dal commissario Vaccaro: "Saremo convocati in prefettura"

di redazione

Quindici giorni di tempo per fare le valige. Solo due settimane per trovare una nuova casa dopo anni trascorsi negli edifici popolari di Moscarella e Cmi. Aspettavano una sanatoria che non è mai arrivata. Ad arrivare invece sono state le lettere di sfratto. Sono più di novanta famiglie, storie diverse di chi ormai anni fa ha occupato quegli edifici alla periferia di Castellammare senza che ci fosse mai una gradutoria. Una delegazione dei Comitati di occupanti ha incontrato il commissario prefettizio Claudio Vaccaro, che ha preso l'impegno di chiedere un convocazione di un tavolo alla Prefettura di Napoli. "Chiediamo di sapere chi ha diritto e chi no" dice il portavoce dei Comitati, "ci hanno promesso che non ci manderanno via con la forza ma a noi non basta". Il commissario si è trovato sulla scrivania un problema che porta la data del passato, "ci ha detto che firmerà la sanatoria, ma solo quando avrà capito perchè le precedenti amministrazioni non l'hanno fatto". 

13-05-2016 12:12:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO