MARTEDÌ 12 DICEMBRE 2017
La tragedia

Addio Emanuele. Tragedia in autostrada, muore a 18 anni: indagato l'amico per omicidio stradale

Inchiesta della Procura di Nocera, il magistrato disporrà oggi l'autopsia

di redazione

Un sabato passato in discoteca, poi la corsa in auto per rientrare a casa. Ma la famiglia non ha potuto riabbraciarlo mai più. E' morto a diciotto anni Emanuele Manzo sull'autostrada di ritorno da Salerno dove aveva trascorso la serata con un amico. Ed ora è proprio il ragazzo che era co lui ad essere indagato per omicidio stradale. L'incidente è avvenuto pochi chilometri dopo l'uscita di Cava dei Tirreni. Pochi minuti ancora, una decina al massimo e Emanuele sarebbe tornato nella sua Scafati. E, invece, in una manciata di attimi si è consumata la tragedia. La Fiat 500 guidata dall'amico, R.A. 21 anni, è finita contro il guardrail. Per il ragazzo non c'è stato nulla da fare. All'arrivo dell'ambulanza il cuore di Emanuele aveva già smesso di battere. Il conducente, invece, è stato portato all'ospedale di Nocera e per lui la prognosi è di una ventina di giorni. Effettuati gli esami sul ragazzo alla guida è risultato che aveva fatto uso di sostanze stupefacenti. In giornata il magistrato della Procura di Nocera disporrà l'autopsia sul corpo di Emanuele. Solo dopo i genitori, noti a Scafati, in quanto titolari di due negozi, potranno dire addio al figlio. Una vita spezzata a diciotto anni. Un'alta vittima della strada in un'estate appena cominciata che conta già i suoi morti innocenti. 

19-06-2017 11:16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO