LUNEDÌ 10 DICEMBRE 2018
Torre Annunziata

Anziano colpito da meningite, trasferito d'urgenza al Cotugno

Bonifica ieri mattina nel pronto soccorso dell'ospedale di Boscotrecase, l'uomo di 75 anni del quartiere Penniniello

di redazione

Arrivato con la febbre alta al Pronto soccorso, non riusciva a respirare. Il tempo di capire cosa stesse accadendo e l'anziano di 75 anni è stato trasferito d’urgenza all’ospedale Cotugno. Per lui la diagnosi è di meningite. Subito dopo il suo trasferimento, nel reparto di Boscotrecase in cui era stata ricoverato è scattato il piano di emergenza, con la bonifica delle stanze. L’episodio è avvenuto ieri mattina e quindi si tratterebbe del secondo episodio a pochi chilometri da Castellammare dove è morto un ragazzo di Agerola. Ma questa volta è meningite da pneumococco, per cui non ci sarebbe nessun nesso tra le due vicende. L’uomo di 75 anni, di Torre Annunziata, abita nel quartiere popolare del Penniniello, è arrivato già in condizioni critiche con problemi respiratori.  Dopo la diagnosi è stato subito trasferito nell’ospedale napoletano, attrezzato per affrontare casi di meningite. Sulle porte del Pronto soccorso è apparso invece un cartello che parla di meningite da pneumococco per spiegare che nel reparto era in corso la bonifica. Quella che ha colpito l'anziano, è una forma meno a rischio per gli altri, ma che comunque può essere fatale per chi la contrae. Non sarà necessario sottoporsi alla terapia antibiotica per chiunque sia entrato in contatto col paziente, come è accaduto nel caso della morte di Sebastiano il ragazzo di Agerola che invece è stato colpito dalla forma più infettiva. Le meningiti da pneumococco si presentano raramente e richiedono meno precauzioni, ma comunque tutti i medici del prefidio hanno effettuato la profilassi. Nei giorni scorsi la task force che si è riunita in Regione ha divulgato una nota in cui si specifica che in Campania non siamo in presenza di dati allarmanti. 

07-01-2017 21:17:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO