DOMENICA 22 LUGLIO 2018
Il caso

Appelli caduti nel vuoto, tra tre giorni chiude l'ultima libreria di Castellammare

Vendite crollate del 50%, dopo 14 anni la Mondadori dice addio alla città

di Christian Apadula

Inutili gli appelli per aiutare l'unica libreria di Castellammare. Da un anno le richieste di aiuto sono cadute nel vuoto e adesso è tardi per salvare il salotto lettario stabiese in fase di smobilitazione. Lo staff della Mondadori ha già cominciato a fare l'inventario e rispedire tutto alla casa editrice. I primi scaffali sono già vuoti, ultimo giorno di apertura è sabato. Chiude dopo quattordici anni l'ultima libreria stabiese dopo lo storico Tartaglione al Corso Vittorio Emanuele. Negli ultimi tre anni le vendite sono crollate del 50%. Spiegano dallo staff che dai 18 ai 35 anni non si legge più e chi lo fa prescerisce internet che invia a casa i propri autori preferiti a prezzi scontati. A comprare libri sono ormai solo gli anziani e la concorrenza degli acquisti on line è spietata. Non è servito fare arrivare in città autori importanti come Franco Di Mare e Peppe Vesicchio. Il salotto letterario animato dal giornalista Pierluigi Fiorenza ha avuto una buona risposta di pubblico, ma non è servito ad attenuare la crisi e il tema economico è diventato sempre più drammatico. Nelle ultime ore su Fb è partita anche una iniziativa per provare a salvare la libreria, ma dopo tre anni di richieste cadute nel vuoto la decisione è presa. Tra giorni Castellammare sarà una città senza la sua libreria. 

11-01-2018 12:47:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO