MARTEDÌ 25 GIUGNO 2019
Il fatto

Armi da guerra e munizioni in un casolare a Sant'Anastasia, arrestato disoccupato

In una cisterna due fucili e due carabine, in sacchi bianchi nascoste tremila munizioni

di redazione
Armi da guerra e munizioni in un casolare a Sant'Anastasia, arrestato disoccupato

Nascondeva in grossi sacchi bianchi munizioni e fucili. I carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno arrestato un 45enne di Scisciano, disoccupato e già noto alle forze dell'ordine, per ricettazione, porto e detenzione illegale di armi e munizioni per armi comuni e da guerra.
Tutto è partito quando i militari hanno osservato l’uomo in un sospetto andirivieni da e per un casolare nel comune di Sant’Anastasia: visibilmente agitato ha spostato grossi sacchi bianchi e poi si è allontanato frettolosamente.
In quel momento è scattato l’intervento dei carabinieri che, bloccato l’uomo, hanno perquisito lo stabile e le pertinenze rinvenendo in una cisterna di plastica due fucili da caccia con matricola abrasa e due carabine con le munizioni; nei sacchi bianchi c’erano oltre 3000 munizioni (più di 200 delle quali per armi da guerra) e materiale per il confezionamento dei colpi (polvere da sparo, ogive e bossoli).
Il casolare era un deposito di armi e munizioni verosimilmente custodite in quel posto sicuro nell’attesa che acquirenti interessati ad armi “anonime” ne avessero fatto richiesta.
L’arsenale è stato sequestrato; sulle armi saranno effettuate le indagini dattiloscopiche e balistiche del caso.
L’uomo è stato portato in carcere.

 
21-02-2018 10:56:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO