MERCOLEDÌ 19 GIUGNO 2019
Castellammare

Attacco Verde arriva a Piazza Fontana Grande, raccolto l'appello del parroco per la festa di Sant'Antonio

Le associazioni della rete stilano un decalogo rivolto a commercianti, residente e proprietari di animali

di redazione
Attacco Verde arriva a Piazza Fontana Grande, raccolto l'appello del parroco per la festa di Sant'Antonio

Attacco Verde risponde all’appello di don Salvatore e offre il suo contributo per il recupero di Piazza Fontana Grande. A pochi anni dal suo restauro la piazza del centro antico è da tempo bersaglio di vandalismi e incuria. Il Circolo Legambiente Woodwardia, ieri, ha risposto all’invito di Don Salvatore, il parroco della Chiesa dello Spirito Santo che da tempo sta cercando di recuperare uno spazio urbano con l’aiuto delle associazioni e dei residenti del quartiere. L’attività ha preceduto la festa di oggi  in onore di Sant’Antonio proprio in piazza ed ha visto impegnati i volontari in attività di pulizia e giardinaggio, nella speranza che i cittadini si riapproprino di uno spazio pubblico e contribuiscano alla cura e alla tutela della fontana storica e delle aiuole. “Attacco Verde!” è una campagna di sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini stabiesi per stimolarli ad attivarsi concretamente per la propria città e difendere il territorio sentendolo grazie all’azione di tutela e cura partendo dal verde pubblico. Con la consapevolezza del forte stato di degrado in cui versa la città, per la mancanza di decoro urbano e scarso igiene dovuto all’inadeguatezza del piano di smaltimento rifiuti e l'assenza di giardinieri comunali, tutti i cittadini sono invitati a collaborare per migliorare insieme la salute di Castellammare. A questo proposito i volontari dell’associazione ambientalista hanno stilato un vero e proprio decalogo rivolto ai cittadini. Ecco i destinatari dell’invito: i commercianti affinché mantengano puliti i tratti di marciapiedi prospicienti i loro ingressi e vetrine e si prendano cura del verde pubblico presente sugli stessi;  i condomini affinché rispettino e tutelino il suolo pubblico, considerandolo come un’estensione della proprietà privata, e creino collaborazione tra gli stessi per curare le zone verdi nei dintorni dei propri palazzi; i padroni dei nostri amici animali domestici a raccogliere le deiezioni degli stessi, per evitare che siano calpestati da pedoni, carrozzelle e passeggini.  In campo ancora una volta una rete di associazioni. “In attesa che un'amministrazione comunale offra migliori servizi per la vivibilità della città il Circolo Legambiente Woodwardia in collaborazione con le associazioni attive locali, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, Associazione Culturale MYO, Carmine Onlus e Amici della Filangieri, hanno lavorato ancora insieme per recuperare uno spazio pubblico in stato di abbandono e incuria. In questo momento di forte crisi cittadina occorre unire le forze per costruire qualcosa di significativo e duraturo” scrivono i volontari.

13-06-2016 16:19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO