MARTEDÌ 23 LUGLIO 2019
Incendi

Brucia il Vesuvio, l'incendio si aggrava di ora in ora

Il primo focolaio nella Pineta di Terzigno, ora le fiamme si stanno mangiando l'intera dorsale

di redazione
Brucia il Vesuvio, l'incendio si aggrava di ora in ora

Brucia la Grande Montagna. E in uno dei giorni più caldi di quest’estate il Vesuvio regala uno spettacolo  mozzafiato. Fiamme rosse, su cielo blu intenso. E sotto, il mare.
Peccato che non è una cartolina turistica. E per quanto oggettivamente bello lo spettacolo, rimane il fatto che stanno bruciano ettari di terreno. Sta bruciando l’intero Parco del Vesuvio. E la situazione si aggrava di ora in ora.  "Sembra l'eruzione del Vesuvio del 44". Hanno commentato gli abitanti di Terzigno, di Pompei, di Castellammare che guardano stupefatti l'immensa nube rosse che si staglia nel cielo.

Le fiamme, che avevano cominciato a divampare già ieri sera nella zona della Pineta di Terzigno si stanno mangiando l’intera dorsale della montagna. Fino a qualche ora fa l’incendio era stato tenuto sotto controllo dalla Forestale, con l'utilizzo di un elicottero antincendio  della Regione Campania. Poi gli elicotteri sono saliti a tre, e ci sono anche due Bombardier che riversano acqua sulle fiamme. Ed è stato anche subito chiaro che l’incendio fosse di natura dolosa.
“Da ieri sera è in corso un intervento congiunto del Corpo Forestale, Vigili del Fuoco e Sma Campania per contrastare diversi focolai di incendio che stanno interessando il versante del Somma tra San Giuseppe e Boscoreale. – ha scritto sul suo profilo Facebook Agostino Casillo Presidente dell'Ente Parco Nazionale del Vesuvio - In questo momento, il punto più critico è localizzato nel comune di Terzigno. Sono in azione, oltre a squadre di terra, anche due Canadair e tre elicotteri speciali che stanno compiendo tutte le operazioni necessarie per sedare gli incendi.
Nelle prossime ore il quadro dovrebbe essere più chiaro. Continuiamo a presidiare le aree limitrofe per evitare che gli incendi si propaghino ulteriormente. Invito tutti i cittadini localizzati a monte dei paesi interessati a prestare massima attenzione ed a contattare il numero 1515 in caso di emergenza.
Gli incendi che si sono sviluppati nelle ultime ore sul territorio del Parco confermano purtroppo l'inizio del periodo di massima allerta. Per questo, con Sma Campania, abbiamo deciso di avviare una campagna di comunicazione congiunta per sensibilizzare la popolazione sul tema dell'antincendio.
Invito tutti i cittadini a scaricare la App creata dalla Sma Campania per la segnalazione di incendi boschivi e altre situazioni di emergenza.
Con questo strumento, il cittadino potrà scattare una foto e trasmettere in tempo reale alla centrale operativa la posizione in cui si sta verificando l'emergenza. In tal modo, gli operatori di Sma Campania potranno acquisire la posizione esatta e capire l'entità del pericolo per predisporre gli interventi opportuni”.
Casillo ha inviato una lettera a tutti i Sindaci dei Comuni della Comunità del Parco affinché aderiscano all'iniziativa e diano massima diffusione alla app attraverso i portali istituzionali e a mezzo affissioni e comunicati stampa diretti alla cittadinanza.

“Tutti possiamo fare la nostra parte per difendere la nostra terra e fermare la piaga degli incendi”.

20-07-2016 17:01:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO