MERCOLEDÌ 21 AGOSTO 2019
Il caso

Caso Fincantieri, a Castellammare persi mille posti di lavoro. Il consigliere regionale Cirillo: "Un piano per uscire dalla crisi"

A Palazzo Farnese, ieri, incontro tra Pannullo, sindacati e consiglieri comunali

di redazione
Caso Fincantieri, a Castellammare persi mille posti di lavoro. Il consigliere regionale Cirillo:

Sono centoventi gli operai stabiesi in esilio e ottocento gli ex dipendenti delle imprese che non  lavorano più per Fincantieri. Nonostante l’anno d’oro dell’azienda di Trieste, facendo i conti Castellammare ha perso quasi mille posti di lavoro e non sa cosa accadrà ai suoi cantieri nel prossimo futuro. Dopo l’incontro tra amministrazione Pannullo, i consiglieri comunali e i sindacati che hanno delineato le prossime mosse per ottenere che Castellammare perda il ruolo di Cenerentola della galassia Fincantieri, interviene anche il consigliere regionale dei Cinquestelle. “Abbiamo depositato in commissione regionale Attività Produttive una richiesta di audizione con l’obiettivo di predisporre un tavolo di concertazione con Ministero delle Infrastrutture, Giunta Regionale, Comune di Castellammare e Fincantieri. L’obiettivo è quello di individuare un piano che aiuti l’azienda stabiese a uscire dalla crisi, tornando ai suoi livelli di competitività, e di tutelare i livelli occupazionali” spiega Luigi Cirillo. “Cento operai dislocati verso altri stabilimenti – spiega Cirillo – costituiscono il segnale di una sempre più scarsa competitività del comparto stabiese. E’ necessario che la Regione Campania si faccia carico di sostenere la realizzazione di un bacino industriale che funga da attrattore per le nuove commesse, rilanciando Castellammare come polo industriale competitivo sui mercati nazionali e internazionali”. “L’audizione – sottolinea il consigliere regionale M5S - sarà sicuramente un momento utile anche per comprendere se ci sia, allo stato dei fatti, una reale pianificazione, in termini di investimento, da parte di Regione e Comune di Castellammare. La nostra intenzione, inoltre, è che l’audizione sia l’inizio di un percorso che passi anche attraverso l’istituzione di una cabina di regia inter-istituzionale sul caso Fincantieri, con una programmazione di investimenti infrastrutturali e interventi a lungo periodo con nuove commesse e soprattutto per creare nuove opportunità occupazionali per il nostro territorio”.

14-11-2017 19:00:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO