DOMENICA 17 FEBBRAIO 2019
Il caso

Castellammare, a Natale avevano colpito al volto una suora e rubato la pensione di quattro anziani

Incastrati dalla videosorveglianza nel centro antico, arrestati Bellarosa e Donnarumma

di redazione

Avevano rapinato due suore pochi giorni prima di Natale. Alle monache erano stati tolti i soldi della pensione di quattro persone anziane alla vigilia delle festività. Un dramma che aveva fatto commuovere e attivato una catena della solidarietà. A distanza di due mesi la Polizia ha arrestato due persone nel quadro delle indagini sulla rapina subita il 21 dicembre 2015 a Castellammare, le suore avevano nelle borse i soldi di quattro ospiti di una casa albergo gestita da religiose e di una di esse.
Scattano le manette per Giuseppe Bellarosa, 26 anni, pregiudicato e sottoposto a sorveglianza speciale di Ps ed Eduardo Donnarumma, 23 anni, incensurato, entrambi di Castellammare di Stabia, bloccati dagli agenti del Commissariato di zona all'alba nelle rispettive abitazioni.
La immagini delle telecamere di videosorveglianza collocate nella zona della rapina, in via Sanità, nell' area centrale delle città ed in pieno giorno, e le numerose testimonianze hanno consentito ai Poliziotti di identificare i due, a carico dei quali gravano pesanti indizi.
Le due suore, una di 35 e l' altra di 76, che viaggiavano a bordo di un' auto furono bloccate da due malviventi su uno scooter. Uno di essi aprì lo sportello dell' auto e chiese la consegna del denaro appena prelevato dopo aver colpito al volto la suora 35 enne ed aver strattonato la più anziana.
Bellarosa si impadronì di 4 mila 800 euro , 4 tessere bancomat e 4 libretti postali di risparmio. Poi fuggì insieme al suo complice a bordo dello scooter. Il pregiudicato è stato trasferito in carcere. Donnarumma agli arresti domiciliari. 

04-03-2016 17:16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO