VENERDÌ 19 LUGLIO 2019
L'appuntamento

Castellammare, alla Denza una sala lettura per gli alunni in un ambiente da "favola"

L'iniziativa, in collaborazione con i Lions, sarà inaugurata il 14 febbraio

di redazione
Castellammare, alla Denza una sala lettura per gli alunni in un ambiente da

Sembrerà di entrare in un mondo da favola. Una sala lettura per i piccoli alunni della scuola Denza. Un nuovo progetto in collaborazione con i Lions di Castellammare di Stabia Host il cui taglio del nastro è previsto per la settimana prossima. Con “Ogni favola è un gioco”, a partire da giovedì prossimo, un’aula della scuola a Ponte Persica, ospiterà una sala lettura pensata e ideata per accogliere, come in una “favola”, i piccoli alunni.
L’inaugurazione di questo nuovo spazio lettura avrà luogo giovedì 14 febbraio alle 16 nel corso di una manifestazione alla quale prenderanno parte: la Dirigente Scolastica Fabiola Toricco, l’attuale presidente Antonino Nizza e il presidente uscente Orazio Milano dei Lions Host e il presidente Nicola D’Orsi dei LEO Plinio Seniore.
Si legge in una nota inviata dalla scuola: "In un connubio perfetto tra le idee e la tenacia del team docenti dell’ I.C. “L. DENZA”, coordinato dalla Dirigente Scolastica Fabiola Toricco e i LIONS di Castellammare di Stabia Host, che hanno provveduto nei minimi dettagli alla realizzazione della Sala lettura, è stato allestito uno spazio lettura stimolante, colorato ed accogliente per stravolgere il classico modo di fare scuola ed avvicinare i bambini alla lettura attraverso il gioco.
In un’epoca dove i bambini da subito diventano piccoli “internauti” perdendo sempre più l’usanza di
viaggiare con la fantasia ed immergendosi in luoghi e storie fantastiche, la fiaba può aiutare il bambino a conoscere il mondo attraverso la chiave della fantasia".
L’obiettivo del progetto “Ogni favola è un gioco”, ideato dalle docenti dell'istituto alla periferia di Castellammare, è far vivere ai propri piccoli alunni un’esperienza che trasforma l'atto dell’ascolto e del leggere in un fattore di socializzazione, come opportunità di apprendimento, ma anche come il superamento della lettura come “dovere scolastico” per un obiettivo più ampio che coinvolga le emozioni, i sentimenti, le esperienze affettivo - relazionali e sociali attraverso cui il libro possa trasformarsi in una fonte di piacere e di svago.

07-02-2019 18:05:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO