GIOVEDÌ 23 MAGGIO 2019
L'iniziativa

Castellammare, Cimmino a De Luca e Di Maio: "Rifinanziate i progetti per i senza lavoro"

Il capogruppo di minoranza Nastelli: "Grazie al sindaco per avere sostenuto la mia proposta"

di redazione
Da Castellammare parte la richiesta per un finanziamento bis del progetto di pubblica utilità per ex lavoratori. Un piano che potrebbe fare rientrare nel circuito delle attività sostenute con fondi della Regione le persone licenziate e senza un reddito. "Abbiamo deciso di rivolgerci al Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio e al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per chiedere di attivare eventuali procedure utili al rifinanziamento del progetto Apu" annuncia il sindaco Gaetano Cimmino. "La crisi lavorativa sul nostro territorio, scaturita dalla chiusura di importanti realtà industriali come Avis, Cantieri Metallurgici e Terme, ha messo in ginocchio la nostra città nell’ultimo decennio. E il progetto Apu consente, in questo particolare momento, di affiancare forze fresche al personale della pubblica amministrazione, attualmente in numero ridotto rispetto alle effettive esigenze del territorio" aggiunge. E avverte: "Sia chiaro, quello che stiamo chiedendo è un rifinanziamento. E il progetto relativo alle attività di pubblica utilità, non può trasformarsi in un percorso assunzionale, attuabile piuttosto solo tramite concorso presso la pubblica amministrazione". La decisione è stata preceduta da uno scontro con l'opposizione che aveva chiesto all'amministrazione Cimmino di andare in questa direzione. E a scelta avvenuta, il sindaco non rinuncia ad un passaggio diretto alla minoranza: "Adesso le opposizioni in consiglio comunale, che sono maggioranza in consiglio regionale, svolgano il proprio ruolo e si attivino con il governatore De Luca, evitando le strumentalizzazioni degli ultimi giorni. Non è cavalcando l’onda delle illusioni e delle bugie che si risolve la crisi lavoro sul nostro territorio. Noi nel frattempo abbiamo ottenuto l’accesso ai fondi regionali per progetti che nel prossimo futuro ci consentiranno di abbinare sostegno al reddito e formazione, allo scopo di agevolare il percorso di reintroduzione delle persone disagiate nel ciclo produttivo. E intanto abbiamo chiesto lo stanziamento di ulteriori fondi per il progetto Apu, che in questa fase interlocutoria può rappresentare una soluzione tampone per gli attuali 50 lavoratori e per eventuali altri ex percettori di ammortizzatori sociali. Il ministro Di Maio e il presidente De Luca ora facciano la loro parte per dare risposte concrete a questi lavoratori e al disagio sociale di tante famiglie stabiesi". A chiedere, sin dall'inizio, di procedere in questa direzione il capogruppo di Uniti per Stabia Giovanni Nastelli: "Ringrazio il Sindaco Cimmino per aver accolta la mia proposta di chiedere a Regione Campania e Governo fondi per dare continuità ai lavoratori inseriti nel progetto di pubblica utilità. Dopo Napoli e tanti comuni della Campania anche Castellammare si allinea ad una richiesta giusta e doverosa Pochi minuti di interlocuzione con il Sindaco sono bastati per trovare un intesa su una vicenda che non ha colori politici. Dispiace per le critiche avanzate da alcuni consiglieri di maggioranza in settimana, oggi potrei rispondere con gli stessi toni, ma non lo faccio, perché a personalismi e rancori preferisco il raggiungimento di obiettivi che vanno nell'interesse comune. Così mi è stato insegnato e su questo intendo andare avanti. Ora De Luca e Di Maio facciano la loro parte fino in fondo, sostengono questa richiesta e diano la possibilità a questi lavoratori espulsi dal ciclo produttivo di continuare in un percorso che si sta rivelando utile sia per la città che per i lavoratori e le loro famiglie. La strada per tale obbiettivo è difficile, articolata e complessa, ma la richiesta dei tantissimi comuni danno forza ad un idea legittima e appropriata. E da oggi potranno contare anche sul supporto della nostra città".
11-05-2019 10:47:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO