GIOVEDÌ 20 GIUGNO 2019
Il caso

Castellammare, clan e politica scontro in aula tra maggioranza e opposizione: poi consiglio a porte chiuse

Seduta top secret su richiesta del capo della coalizione di civiche Andrea Di Martino

di redazione
Castellammare, clan e politica scontro in aula tra maggioranza e opposizione: poi consiglio a porte chiuse

Ultimo consiglio comunale infuocato prima della fine dell'anno. Scontro tra maggioranza e opposizione nell'aula di Palazzo Farnese. Dopo il flop della scorsa settimana, questa mattina il sindaco Cimmino ritrova i numeri per approvare la variazione di bilancio di più di quattrocentomila euro per finanziare gli eventi di Natale e gli interventi straordinari della ditta rifiuti. In aula i suoi sono presenti, cancellando il ricordo dell'ultima prova andata a vuoto. Ma i consiglieri di opposizione arrivano decisi a discutere dell'inchiesta che ha portato in cella i capi di quattro clan tra Castellammare e Monti Lattari e l'imprenditore Adolfo Greco, l'uomo che la Dda disegna come artefice del destino di diverse amministrazioni comunali e in grado di avere rapporti con parlamentari di Forza Italia, così come con uomini di punta delle giunte a guida Pd. Raffica di richieste della minoranza per introdurre il dibattito: dal capogruppo di sinistra Tonino Scala, che incassa anche due ammonizioni da parte del presidente del consiglio Ungaro. Poi a seguire Giovanni Nastelli per Uniti per Stabia, Francesco Iovino a nome del Pd, i Cinquestelle con il portavoce Francesco Nappi e Andrea Di Martino capo della coalizione di civiche. La richiesta rimbalza sul muro della maggioranza che, in questa occasione, decide di non aprire le porte al dialogo con le minoranze. Terminato lo scontro si passa alla variazione di bilancio, ma arriva un secondo colpo di scena. Di Martino chiede di continuare il consiglio a porte chiuse, una seduta top secret per parlare delle Antiche Terme e dell'affidamento dello stabilimento per i Mercatini di Natale. Quindici minuti di chiusura e poi il consiglio riprende. 

28-12-2018 11:03:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO