DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019
Il caso

Castellammare, flash mob di Legambiente per salvare il fiume Sarno

La denuncia: "Gli impianti di depurazione funzionano male"

di redazione
Castellammare, flash mob di Legambiente per salvare il fiume Sarno

Un flash mob per chiedere che dalle parole si passi ai fatti. Appuntamento alla Foce del Sarno per chiedere che dal Governo ai comuni si metta in campo una seria operazione di depurazione del fiume più inquinato d'Europa. A promuovere la mobilitazione è Legambiente, un'iniziativa contro gli effetti provocati dai cambiamenti climatici e per far entrare alcuni dei temi nella campagna elettorale delle Europee. Per denunciare la maladepurazione e la situazione del Fiume Sarno Legambiente organizza un#FlashMobFridaysForFuture domani Venerdi' 10 maggio ore 11 in Via De Gasperi Foce del fiume Sarno alla periferia di Castellammare. Spiegano gli ambientalisti: "Secondo gli ultimi dati resi disponibili dall’Arpac relativi ai controlli svolti nel 2018 sulle acque in uscita dagli impianti di depurazione, confermano la cronica criticità della situazione dal punto di vista della funzionalità e qualità della conduzione degli impianti. Infatti, su base regionale ben il 39% dei controlli è risultato “non conforme”, con punte di non conformità del 63% per gli impianti della provincia di Caserta e a seguire del 53% per quelli della provincia di Benevento,del 49% per la provincia di Salerno, 48% per la provincia di Avellino, e il 26% per la provincia di Napoli".

09-05-2019 20:15:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO