DOMENICA 22 SETTEMBRE 2019
Il fatto

Castellammare, tensioni in consiglio comunale: rabbia di disoccupati e licenziati

Sospesi i lavori per le proteste, in aula la discussione su bilancio consuntivo e progetto della Circum

di redazione
Castellammare, tensioni in consiglio comunale: rabbia di disoccupati e licenziati

Tensioni in consiglio comunale a Castellammare. Procede con proteste e rabbia di disoccupati e lavoratori il dibattito in aula, questa mattina, a Palazzo Farnese. Sul tavolo della discussione il bilancio consuntivo per il quale è arrivata la diffida del prefetto, Carmela Pagano, e il progetto di raddoppio dei binari della Circum. Sospesi più volte i lavori dell'aula, il momento di maggiore criticità per la protesta di un disoccupato che ha inveito contro il sindaco Cimmino e la sua amministrazione di centrodestra. A rendere tesa la situazione l'annuncio, mei giorni scorsi, da parte della ditta rifiuti di nuove assunzioni degli ex lavoratori Avis nella raccolta rifiuti. La prima protesta, ad inizio del consiglio, degli ex dipendenti dell'Acetosella che avevano provato ad incontrare il sindaco Gaetano Cimmino a cui volevano sottoporre la loro situazione. A loro si sono uniti due ex lavoratori impiegati a tempo determinato dalla Am Tecnology e oggi senza contratto, i due hanno esposto delle foto che li ritraevano a lavoro nei boschi di Quisisana mentre trattavano rifiuti speciali.
Fino all'ultimo momento di protesta con l'esplosione di rabbia e insulti da parte di un disoccupato storico. 

14-05-2019 12:10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO