LUNEDÌ 23 SETTEMBRE 2019
L'iniziativa

Castellammare, tornano i reperti di Stabia alla Reggia di Quisisana

Mostra fino a dicembre. Il sindaco Cimmino: "Continuiamo nel solco tracciato da Lello Radice"

di redazione
Castellammare, tornano i reperti di Stabia alla Reggia di Quisisana
C'e' tempo fino a dicembre per vederla. Si riaccendono le luci nelle stanze che ospitano l’esposizione di reperti dell’antica Stabiae all’interno di Palazzo Reale a Quisisana. È stata riaperta ieri mattina la mostra “Dal buio alla luce”, che ospita reperti provenienti dalle ville rustiche della zona di Stabiae e dalle lussuose e panoramiche domus costruite sulla collina di Varano, esplorate e rinterrate nel Settecento e poi riportate successivamente alla luce a partire dal 1950: affreschi, stucchi, utensili, oggetti di uso comune ed anche un carro in metallo e legno carbonizzato, rinvenuto nel 1981 nel quartiere rustico di Villa Arianna. La mostra "Dal buio alla luce" sarà aperta dal lunedì al venerdì tra le ore 8. e le ore 15 fino al 31 dicembre 2019. Ed ulteriori aperture straordinarie potrebbero essere previste in accordo con il Parco Archeologico di Pompei. Spiega il sindaco Cimmino: "La riapertura è stata resa possibile grazie alla sinergia con il Parco Archeologico di Pompei e il Parco Regionale dei Monti Lattari e rappresenta il preludio alla realizzazione del museo di Stabia, per il quale siamo ai dettagli per la firma della convenzione con il Parco Archeologico, che rappresenta il primo atto di giunta della nostra amministrazione e che troverà presto riscontro in accordo col percorso già avviato con il direttore Massimo Osanna. La creazione di un circuito archeologico con le ville romane situate sulla collina di Varano costituisce una priorità che intendiamo concretizzare per seguire il solco egregiamente tracciato dal vicesindaco Lello Radice e dare impulso al turismo culturale a Castellammare".
30-05-2019 09:41:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO