LUNEDÌ 25 MARZO 2019
Il caso

Crisi Fincantieri, incontro in prefettura con i sindacati: il commissario Cupello propone una tregua

Chiesto lo stop degli scioperi fino a fine marzo: "Castellammare non sarà penalizzata"

di Mariella Parmendola

Più che risposte hanno incassato una richiesta. Una tregua che duri più di un mese. Arrivati in prefettura a Napoli per avere impegni sull'immediato futuro dello stabilimento Fincantieri di Castellammare, operai e sindacati hanno portato a casa una proposta firmata dal capo di gabinetto Gaetano Cupello. E' stato, infatti, il commissario prefettizio di Castellammare a tenere la riunione convocata per oggi pomeriggio alle 17 dopo i due scioperi o occupazioni di lunedì e mercoledì. "Stop alle mobilitazioni fino al 27 marzo" ha chiesto Cupello. La data da fissare in calendario è quella in cui l'azienda assegnerà le nuove navi da realizzare ai diversi cantieri. L'idea del commissario è attendere quell'appuntamento per valutare il da fare, avendo garanzie che Castellammare non sarà penalizzata. Per i lavoratori e i sindacati, che sono arrivati a Napoli con la richiesta di un incontro con l'azienda in tempi stretti, si tratta di accettare una proposta sulla fiducia. Come andare avanti gli operai stabiesi lo decideranno nei prossimi giorni. Rosario Longobardi, Raffaele Salvati e Giovanni Di Riso (Fiom), Aniello Di Maio e Domenico Di Maio (Fim) e Massimo Spalice (Failms) avevano inoltrato la richiesta al Prefetto di Napoli, al commissario prefettizio Gaetano Cupello e alle segreterie regionali e territoriali, affinché "i lavoratori, per far sentire la propria voce, non siano obbligati a manifestare le loro preoccupazioni anche sotto i loro uffici, pur confidando nell'impegno dei suddetti ad evitare che la vicenda sfoci in un problema di ordine sociale". Un avvertimento dopo l'occupazione del Viale Europa e della Statale sorrentina, che ha anticipato la fase calda della protesta bloccando la città per due mattinate. Adesso per un mese si chiede che in fabbrica e a Castellammare scatti la tregua. 

16-02-2018 20:14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO