MARTEDÌ 27 GIUGNO 2017
Castellammare

Custodiva un tesoretto di soldi falsi, più di 130mila euro nascosti in hard disk: condannato a sei anni e otto mesi

Pesante il verdetto per Mario Martinelli, di 34 anni, pregiudicato di Moscarella

di redazione

Nascondeva un tesoretto da 130mila euro in hard disk nel bagagliaio della sua auto. Un tesoretto falso che avrebbe dovuto riciclare. Ma Mario Martinelli è stato scoperto e a distanza di cinque mesi paga il conto. Lo stabiese di 34 anni, bloccato dai carabinieri mentre provava a fuggire col suo pacco di soldi falsi il cinque dicembre scorso, è stato condannato a sei anni e otto mesi. I Carabinieri di Castellammare, agli ordini del maggiore Donato Pontassuglia, lo avevano inseguito fino a Pompei prima di riuscire a fermarlo e a portarlo a Poggioreale.
Alla guida di una Chrysler, custodiva 1.255 banconote false da 100 euro, 145 banconote false da 50 euro, 180 banconote false da 20 euro, per un totale di 136.350 euro, tutte abilmente nascoste nei vani hard disk di telecamere per esterni che erano stati opportunamente modificati. Pronte per essere spedite in Germania e Lituania. Un nascondiglio che non gli è servito, visto che i militari sono riusciti a smascherarlo. E ora arriva la sentenza di primo grado, che come anticipato oggi da Metropolis, conferma l'accusa degli inquirenti ritenendolo responsabile di traffico di banconote false. Un verdetto reso più pesante anche per il passato di Martinelli con precedenti per droga e rapina. Un conto che dovrà pagare. 

31-05-2017 19:58:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO