DOMENICA 16 GIUGNO 2019
L'indagine

Da Pompei in trasferta a Scafati, pusher vendeva droga nel parcheggio di un centro commerciale

Carlo Cascone nascondeva a casa marijuana e una sorta di registro dell'attività

di redazione
Da Pompei in trasferta a Scafati, pusher vendeva droga nel parcheggio di un centro commerciale

Da tempo studiavano le sue mosse. Luoghi in cui si incontrava con i clienti, contatti e incontri. Ieri lo hanno seguito fino a Scafati. I poliziotti hanno arrestato,  per il reato di detenzione e spaccio di droga, Carlo Cascone, ventisettenne di Pompei. A casa il giovane custodiva anche una sorta di registro con cifre e date. L’operazione, scattata, al termine di un’indagine condotta dagli agenti, è avvenuta dopo un appostamento vicino all’abitazione del ragazzo che, a bordo della sua auto, una Citroen C3,  era in giro per completare la sua attività di spaccio di droga concordando, con i suoi acquirenti, il luogo di consegna. Ieri pomeriggio lo spacciatore ha raggiunto Scafati, in via Enrico Berlinguer, nel parcheggio di un centro commerciale aveva un appuntamento. Lì infatti si è incontrato con due giovani ai quali ha consegnato un pacchetto in cambio di danaro. Fermati dai poliziotti i ragazzi sono stati trovati in possesso  di diversi grammi di marijuana e, il Cascone, anche della somma di 80 euro. I due clienti sono stati segnalati per possesso di droga per uso personale,  mentre per il pusher è scattata la perquisizione anche a casa. Nella sua abitazione, a via Nolana a Pompei, gli agenti  hanno trovato un totale 1350 grammi  di marijuana, confezionata in diversi involucri, nascosti alcuni in un armadio in camera da letto, altri in un vaso all’ingresso dell’abitazione. E stato scoperto anche un bilancino di precisione, alcuni fogli di cellophane idonei al confezionamento di dosi nonché fogli “contabili” attestanti la proficua attività e rinvenuta la somma di 680 euro in contanti. Il denaro e la droga sono stati sequestrati e il pusher è stato portato in carcere a Poggioreale.

 

17-02-2017 16:14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO