MARTEDÌ 20 AGOSTO 2019
Il fatto

Da Torre Annunziata in Piemonte per una rapina alle Poste: arrestati in quattro

Gli interrogatori oggi per Maurizio Esposito, Nunzio Amato e Angelo Annunziata

di redazione
Da Torre Annunziata in Piemonte per una rapina alle Poste: arrestati in quattro
Hanno portato via poco più di settemila euro. Una rapina all'ufficio postale di Nonio, piccolo Comune con meno di mille abitanti in Piemonte. Dopo due mesi arrestati in quattro. Scoperta la banda in trasferta che lo scorso 3 dicembre fece il colpo. Entrati nell'ufficio postale due uomini si fecero consegnare il denaro da una impiegata sotto la minaccia delle armi. Tre di coloro colpiti dalla misura cautelare in carcere e tradotti a Poggioreale sono campani; un altro, incensurato, è origini campane, ma residente a Cesara, sempre in provincia di Verbania. Due gli esecutori materiali individuati dai militari dell'Arma attraverso le indagini: Maurizio Esposito, 45 anni; e Nunzio Amato, di Torre Annunziata, 25 anni. Gli altri due sono l'intermediario, Angelo Annunziata, 48enne, e il basista, Ignazio Moccia un insospettabile carpentiere 63enne. Oggi saranno interrogati. Le indagini, avviate subito dopo la rapina sono giunte a una svolta grazie al rilevamento delle impronte lasciate nell'ufficio postale, che consentì di identificare con certezza uno dei rapinatori. Da lì, poi, il rintraccio della "rete" che organizzò e mise a segno la rapina. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il carpentiere ha ospitato dal 29 novembre nella sua casa le altre persone coinvolte. Dopo la rapina del 3 dicembre, gli autori sono tornati nella casa del basista fino a sera, quando sono poi tornati in Campania in auto e in treno. I reati contestati sono rapina aggravata e porto di armi illegale aggravato in concorso. Oggi i quattro saranno davanti al giudice per l'interrogatorio di garanzia. Per rogatoria, Esposito, Amato e Annunziata saranno ascoltati dal gip di Napoli direttamente in carcere.
21-03-2019 09:02:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO