MERCOLEDÌ 23 GENNAIO 2019
Il fatto

Dalla Città metropolitana pioggia di soldi ai comuni, Castellammare trattata da Cenerentola

Scontro tra il sindaco Cimmino e i Cinquestelle: "Solo critiche strumentali"

di redazione
Trentadue milioni di euro dalla Città metropolitana ai comuni per raccolta rifiuti e alberi da piantare. A Castellammare vanno 210mila euro per l’acquisto di spazzatrici, attrezzature e automezzi finalizzati allo sviluppo e all’incremento della raccolta differenziata. Un giro di finanziamenti che non premia Castellammare, a cui sono stati destinati gli stessi soldi di città molto più piccole come Gragnano e Santa Maria la Carità e un terzo di quanto destinato a Torre del Greco e Torre Annunziata. Una classica che innesca lo scontro tra il sindaco Gaetano Cimmino e il capogruppo dei Cinquestelle Francesco Nappi. Soddisfatto il primo cittadino, che replica alle critiche di Nappi: "Neanche questo risultato riesce a placare gli animi di una frangia dell’opposizione che fa delle critiche strumentali e della disinformazione il proprio cavallo di battaglia. La piantumazione del verde non è stata affatto trascurata da questa amministrazione, dato che nelle scorse settimane, a seguito delle ondate di maltempo autunnali, abbiamo chiesto alla direzione generale della Regione Campania per le politiche agricole, alimentari e forestali la fornitura gratuita di 200 ligustri, 30 betulle, 30 frassini maggiori e 30 pini marittimi. E ci avviamo ad approntare una delibera che prevede il censimento del verde urbano, in modo tale da avere a disposizione una mappatura che funga da database delle aree verdi sul territorio stabiese. Le proposte valide saranno sempre accolte con favore da questa amministrazione. Ma, a dire il vero, finora da quei consiglieri di opposizione che contestano per partito preso, senza conoscere i fatti, non ci sono pervenute indicazioni costruttive" Per i Cinquestelle a penalizzare Castellammare è stata l'incapacità dell'amministrazione di centrodestra di portare a casa gli stessi soldi delle altre città.   A farla da padrona Torre Annunziata con oltre 960mila euro. A Torre del Greco destinati 730mila euro. Più di Castellammare ha incassato Boscoreale con 290mila euro. A Piano di Sorrento andranno oltre 253mila euro, premiato il verde ad Agerola a cui sono stati assegnati circa 330mila euro. A pari merito con Castellammare finisce Gragnano con 206mila euro che riceve così fondi sia per l’acquisto di mezzi ma anche per la ripiantumazione del verde. Via via che si scorre la lista si trovano Boscotrecase (112mila euro), Massalubrense (95mila), Pimonte (64mila), Sant’Antonio Abate (128mila), Santa Maria la Carità (200mila), Vico Equense (308mila), Casola e Lettere (25mila), Meta di Sorrento (85mila), Pompei e Sant’Agnello (80mila). Insomma, in questo giro, è toccato a Castellammare la parte di Cenerentola in questa tornata di finanziamenti da Napoli alla provincia.          
30-12-2018 18:53:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO