MERCOLEDÌ 20 MARZO 2019
Castellammare

Dalla piazza a mare sul Porto alla Fondazione Ruccello, i punti principali del patto bipartisan

Ecco l'ordine del giorno approvato ieri in aula da maggioranza e opposizione

di redazione

Ecco l'ordine del giorno approvato all'unanimità ieri in consiglio comunale, sei i punti principali su cui si dettano le priorità di intervento per l'amministrazione Pannullo:

I consiglieri ritengono che nell’ambito delle linee programmatiche dell’amministrazione presentate in consiglio comunale dal Sindaco al suo insediamento, le linee in materia urbanistica rappresentano uno degli asset centrali per il governo del territorio. Aggiornare gli orizzonti strategici diviene un elemento fondamentale del dibattito consiliare.

Si tratta di aggiornare e ridefinire adeguandolo alla evoluzione dei tempi e delle normative, il quadro strategico di riferimento delle politiche di sviluppo locale e delle relative scelte di politica del territorio.

Occorre in poche parole ridefinire i nuovi obiettivi strategici alla luce dell’avanzamento del programma “Più Europa”, che si avvia ad una fase di completamento con la firma nei giorni scorsi dell’atto aggiuntivo che consentirà il completamento delle opere ancora in cantiere.

Nel contempo occorre recuperare la partecipazione dei privati agli interventi di programmazione e di investimenti. Partecipazione che allo stato rappresenta ancora un’ occasione mancata.

In primo luogo è prioritario procedere al recepimento nella programmazione territoriale della L. 16/2014 e a tutte le norme nazionali e regionali nel frattempo sopravvenute. Specificando la vigenza delle norme paesistiche, rispetto al territorio cittadino e procedendo al recepimento delle norme contenute nel PTCP.

Questo lavoro diviene prioritario al fine di poter meglio ed in modo più efficiente effettuare la programmazione per ciò che riguarda il programma dei Fondi europei per il 2014 – 2020 e  per la realizzazione del Piano di interventi per il Grande Progetto Pompei.

Si individuano gli interventi da realizzare sui seguenti asset strategici:

1.Cento Antico: Rigenerazione urbana e recupero dei complessi delle “Stimmatine e del complesso “Pace”.

2.Risorsa Mare: Completamento del recupero della linea di costa, abbattimento dei Silos e realizzazione di una piazza a mare, trasformazione del porto in porto crocieristico.

3.Monti: Recupero dei sentieri, risanamento idrogeologico e insediamento di attività sportive ed agricole compatibili

4.Cultura: Ville di Stabia e parco archeologico, Museo e scuola di restauro presso la Reggia di Quisisana, Fondazione Ruccello.

5.Piano Parcheggi: Area Maricorderiam Area Ferrovia dello Stato e area Mercatale.

6.Termalismo: Realizzazione di nuovi posti letto attraverso il recupero urbano del centro antico e di un sistema diffuso di Bad & Breakfast, trasformazione di strutture pubbliche in strutture ricettive al servizio delle strutture termali.

A tale fine il consiglio recependo e facendo propria la relazione dell’assessore Rubino impegna la giunta a presentare al consiglio una delibera d’indirizzo impegnativa che recepisca gli indirizzi contenuti in questo ordine del giorno.

 

 

 

 

21-10-2016 11:52:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO