VENERDÌ 19 LUGLIO 2019
Castellammare

Dopo il Flash mob Libera e Legambiente rilanciano: "Vogliamo un mare pulito, mobilitiamo contro gli scarichi"

Le associazioni a favore del referendum rivendicano: "Completiamo rete fognaria e collettore di Gragnano"

di redazione
Dopo il Flash mob Libera e Legambiente rilanciano:

Un momento molto emozionante e significativo! Ringraziamo tutti i partecipanti al Flash Mob "Un Mare di Sì" svoltosi questa mattina sull'arenile stabiese e realizzato con un grande successo. Circa cento cittadini si sono uniti in una catena umana per un simbolico abbraccio al mare del golfo di Castellammare. Cittadini, di diversi colori associativi e politici, uniti dall'obiettivo comune di sensibilizzare la popolazione del territorio a votare "Sì" al referendum del prossimo 17 Aprile per impedire che le compagnie petrolifere possano avere concessioni a tempo indeterminato per trivellare i giacimenti marini di gas ed idrocarburi entro le 12 miglia. Il Mare è un bene Pubblico, non si regala ai petrolieri! Inoltre l'iniziativa ha voluto anche riaccendere i riflettori sull'annosa questione degli scarichi non depurati nel mare di Castellammare di Stabia per la mancanza del completamento della rete fognaria e del collettore di Gragnano. Per queste problematiche intere generazioni di ragazzi non hanno mai visto l'arenile stabiese balneabile. Problematiche che dovranno essere risolte dalla sinergia delle forze attive sul territorio. Speriamo vivamente che la bontà dell'iniziativa non sia inficiata da commenti e malumori per la presenza di esponenti politici che, a titolo meramente personale, hanno partecipato al Flash Mob. Per risolvere queste problematiche abbiamo bisogno di una prova di maturità, partiamo da noi! IL 17 APRILE VOTIAMO SI'! #STOPTRIVELLE #UNMAREDISI Circolo Legambiente Woodwardia Presidio Stabiese di Libera.

10-04-2016 17:54:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO