VENERDÌ 19 LUGLIO 2019
Il fatto

Emergenza meningite, dopo la morte di Seby e un altro caso a Napoli: vertice in Regione

Allertati tutti gli ospedali, sarà inviata una guida. De Luca: "In Campania allo stato non c'è ceppo epidemico"

di redazione
Emergenza meningite, dopo la morte di Seby e un altro caso a Napoli: vertice in Regione

Una morte per meningite e una seconda a distanza di poche ore su cui c’è lo stesso terribile sospetto. Mentre Agerola aspetta domani per dire addio al suo Sebastiano, una task force si insedia per gestire la situazione. Un vertice urgente sulla situazione con il governatore De Luca. “Allo stato in Campania non esiste ceppo epidemico": è quanto reso noto al termine di una riunione svoltasi nella sede della Regione alla presenza del governatore Vincenzo De Luca, dei responsabili delle strutture sanitarie e dell'ospedale Cotugno di Napoli (Azienda dei Colli), centro regionale di riferimento per le malattie infettive. Nelle ultime ore si è registrato il decesso di un giovane di 18 anni ad Agerola, nel Napoletano, e quello di un 46enne a Napoli, ma in questo caso si tratta ancora da accertare se sia stata o meno meningite. "A tutte le aziende sanitarie e le aziende ospedaliere, il cui personale sanitario è già attivo nell'applicazione dei protocolli previsti - è stato specificato - sarà inviata una guida operativa da seguire nei casi che siano anche solo sospetti. Sarà inoltre potenziata la campagna vaccinale antimeningococcica per i bambini e gli adolescenti". "La riunione, operativa e di verifica - è stato evidenziato - fa seguito alle iniziative già in campo da mesi per affrontare nell'eventuale emergenza, e soprattutto nella prevenzione, le problematiche relative ai casi di meningite meningococcica che si stanno verificando sul territorio nazionale". Le strutture della Regione "sono mobilitate ai massimi livelli per garantire i servizi necessari, che sono decisivi nell'affrontare questo tipo di patologia".

30-12-2016 16:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO