DOMENICA 16 GIUGNO 2019
La tragedia a Napoli

Esplosione nel centro sportivo, muore avvolto dalle fiamme il custode di 45 anni

Tre i feriti gravi per una fuga di gas dal serbatoio che era in cortile

di redazione
Esplosione nel centro sportivo, muore avvolto dalle fiamme il custode di 45 anni

Avvolto dalle fiamme, non c’è stato niente da fare per Davide Conato. Il custode del centro sportivo non ha avuto scampo. Tre sono le persone che rischiano la vita in terapia intensiva. Questo il bilancio della tragedia avvenuta a Napoli alle dieci e trenta. Due boati, uno dietro l'altro, in rapida successiva. Poi una fiammata alimentata, molto probabilmente, dalla fuga di gas da un serbatoio posto nel cortile. E' di un morto e di cinque feriti il bilancio del grave incidente avvenuto questa mattina, nel cortile, della piscina "Ariete" di via Guanti ad Orsolone, nella zona dei Camaldoli, a Napoli, non lontano dalla cittadella ospedaliera.
La dinamica precisa sarà definita solo nelle prossime quando saranno ultimati tutti gli accertamenti disposti ma sembra che tutto sia avvenuto in una manciata di minuti. Due operai della ditta di manutenzione stavano provvedendo alla verifica dell'impianto di alimentazione delle caldaie di riscaldamento della piscina.
In zona, hanno riferito alcuni residenti in zona, è stata avvertita una puzza di gas. Poi due boati, uno dietro altro che sono stati sentiti anche a distanza di qualche chilometro.
Alcune persone sono uscite in costume dalla piscina: successivamente sono state accolte in qualche abitazione del vicinato.
Per Davide Conato, 45 anni, custode della piscina "Ariete", purtroppo, non c'è stato nulla da fare. E' stato avvolto dalle fiamme che nel frattempo avevano attaccato e divorato anche quattro auto in sosta nel parcheggio. Le fiammate altissime hanno raggiunto anche altre vetture più lontane. I feriti più gravi sono i due dipendenti della ditta di manutenzione (uno ha ustioni su quasi tutto il corpo). In ospedale anche un contabile del centro sportivo.
Le fiammate hanno raggiunto anche la strada lambendo due persone, di cui una si trovava a bordo di una vettura. I tre feriti più gravi sono stati portati al vicino ospedale "Cardarelli" di Napoli: tutti e tre sono ricoverati in terapia intensiva. Una quarta persona è stata medicata in un altro ospedale cittadino: ha riportato delle lievi ferite alla mano. Qualche ora dopo, con le mani bendate e accompagnata da alcuni familiari, si è recata al "Cardarelli" dove, in preda alla disperazione, ha cercato di aver notizie sulle condizioni di salute delle altre persone rimaste coinvolte nel grave incidente.
Sul posto sono giunti sia gli agenti del commissariato di Chiaiano che gli agenti dei vigili del fuoco che hanno lavorato per l'intero pomeriggio per accertare le cause dell'incidente. I vigili del fuoco hanno provveduto a staccare anche i cavi dell'energia elettrica mentre la strada è stata chiusa al traffico. 

16-01-2017 18:59:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO