MARTEDÌ 23 APRILE 2019
Il fatto

Fincantieri senza futuro, Cimmino incontra Bono: "Castellammare strategica per il gruppo"

Ribadito l'impegno per il bacino: "Servono finanziamenti di Governo e Regione, come Comune faremo la nostra parte"

di Mariella Parmendola

E' stato un primo incontro che si è chiuso con una promessa. Bono verrà a Castellammare. Un ritorno, dopo tanti impegni presi da Trieste, lontano dalla fabbrica che da tempo si sente la Cenerentola del gruppo Fincantieri. L'amministratore delegato dell'azienda, leader nel settore della cantieristica, lo ha detto al sindaco questa mattina. Un appuntamento a quattro occhi per capire le prospettive dello stabilimento stabiese, l'unico senza mission produttiva. L'unico senza la certezza di cosa avverrà domani. Nei giorni scorsi Fincantieri ha chiuso un altro importante accordo, ma ancora una volta le navi andranno a Monfalcone. Per Gaetano Cimmino nel futuro c'è la concretizziazione degli impegni presi e mai realizzati. Dal bacino da finanziare con fondi di governo e Regione, all'invio a Castellammare di navi da costruire fino al battesimo del mare e non un pezzo alla volta, che poi finiscono in altri cantieri come avvenuto fino ad oggi. “L’amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono ha confermato la strategicità dello stabilimento di Castellammare di Stabia. Ho avuto con il manager questa mattina a Roma un incontro proficuo: il dialogo è aperto e continueremo a lavorare per la città, per lo sviluppo, per il lavoro”. Un primo passo, senza che si sia passati a punti concreti o appuntamenti già fissati in calendario, un'agenda da riempire in autunno. “Con Giuseppe Bono ci siamo scambiati molte opinioni – ha continuato Cimmino – sul futuro del cantiere di via Caio Duilio. Da uomini del Sud abbiamo parlato dell’importanza per l’azienda di avere uno stabilimento storico e strategico nel Mediterraneo. Il bacino di costruzione è un progetto ambizioso che richiede investimenti e concertazione con il Governo e la Regione. L’obiettivo comune è quello di valorizzare lo stabilimento Fincantieri di Castellammare”. Il secondo passo sarà chiedere un tavolo con tutti i protagonisti. Per ora c'è stato il tempo di scattare una foto ricordo, è di garantire che "come Comune fare la nostra parte".

 

27-07-2018 16:58:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO