LUNEDÌ 25 MARZO 2019
L'inchiesta

Garza dimenticata nella gamba, la terribile conferma dall'autopsia: la vittima morta per un'infezione

Si aggrava la situazione dei medici del Maresca di Torre del Greco, arrivata dopo un mese a Castellammare: inutili i tentativi di salvarla

di redazione

Una garza dimenticata nella gamba che fa infezione. Un mese di calvario da un ospedale all'altro. La situazione peggiora senza che nessuno si accorga dei danni provocati da quel corpo estraneo lasciato lì, poi la tragedia. Dopo un banale intervento chirurgico, muore così Rosa Dabene e i primi esiti dell'inchiesta sulla sua storia confermano i terribili dubbi della figlia, che ha denunciato i medici di tre strutture sanitarie. Dai risultati dell'autopsia, disposta dalla Procura di Torre Annunziata, arrivano le prime conferme sulle cause della morta della vittima di Torre del Greco. Indagati 17 medici tra Torre del Greco e Castellammare, ma anche l'Asl dispone una indagine interna. Dall'esame del medico legale cominciano, però, ad essere anche più chiare le responsabilità. Si aggravano, infatti, le posizioni dei chirurghi che le hanno fatto il primo intervento a Torre del Greco per l'asportazione di un ascesso inguinale. L'intervento, stando a quanto raccontano i parenti dell'anziana, non comporta problemi di sorta, anche se la degenza risulta lunga. A inizio ottobre la donna viene trasferita alla clinica Bianchi, nel reparto di lungodegenza riabilitativa. Qui i medici notano problemi, in particolare dovuti a un'infezione, predisponendo il trasferimento di Rosa Dabene presso una struttura più attrezzata. Approderà al San Leonardo, dove, scoprono la garza ma quando ormai è troppo tardi. Inutili i tentativi di salvarla, per la donna ormai non c'è più niente da fare. Alla figlia con il dolore non resta che la sua battaglia per continuare a chiedere giustizia. 

23-10-2018 18:09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO