MARTEDÌ 23 APRILE 2019
Torre del Greco

Il boss Michele Ascione ordinò l'omicidio di due sicari dei Birra, arrestato con un complice

Ricostruito il duplice assassinio di Luigi Boccia e Pasquale Maiorana nella faida a Ercolano

di redazione
Arrestato il nuovo capo del clan Ascione, accusato di avere ordinato il duplice omicidio di due camorristi dei Birra nella faida del 2005. I carabinieri della compagnia di Torre del Greco hanno eseguito un decreto di fermo emesso dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea e dalla Procura per i minorenni di Napoli a carico di Michele Ascione, sorvegliato speciale 36enne di Ercolano ritenuto attuale reggente dell'omonimo clan e di M. A. (sono state fornite solo le iniziali), 29enne, attualmente detenuto al 41 bis per altri reati, elemento dello stesso sodalizio criminale.
Per l'accusa entrambi gli indagati sono ritenuti mandanti ed esecutori di un duplice omicidio di camorra avvenuto il 28 giugno 2005 a Ercolano. A cadere sotto i colpi dei sicari furono Luigi Boccia e Pasquale Maiorano, affiliati al clan avversario dei Birra. L'omicidio è da inquadrare nella lotta tra i due clan contrapposti per acquisire il controllo degli affari illeciti sul territorio.
Il decreto di fermo è stato deciso durante indagini che si sono avvalse di dichiarazioni di collaboratori di giustizia, poi riscontrate da attività tecniche dei carabinieri. Il provvedimento è stato convalidato e per entrambi è stata disposta la custodia in carcere.
05-12-2017 13:03:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO