MARTEDÌ 23 LUGLIO 2019
Gusto

Il buon formaggio abita a Castellammare. Slow food premia "Sapori in corso"

Il locale di corso Vittorio Emanuele riceve dal presidio il riconoscimento per passione, cura e ricerca dei prodotti

di Paolo Di Capua
Il buon formaggio abita a Castellammare. Slow food premia

E' come quando, in una foto, ti invitano a dire "cheese" per farti sorridere. Solo che, in questo caso, per "Sapori in corso", a mettersi in posa non è Carmine de Cristofaro, il salumiere gourmet, ma i formaggi che mette in bella mostra nel suo frigo a disposizione dei clienti. Il presidio Slowfood Italia (alla cui politica il locale aderisce) ha insignito la salumeria di corso Vttorio Emanuele a Castellammare del titolo "locale del buon formaggio 2017". La menzione, importante, è stata assegnata in seguito alla passione, cura e ricerca dimostrata in questo specifico segmento della filiera agro alimentare. Recensita anche da blogger del settore in ambito nazionale, "Sapori in corso" è la dimostrazione che la sola strada di successo per una piccola attività commerciale, come una salumeria, è cmposta da qualità e costante attenzione nella scelta di prodotti introvabili nella grande distribuzione. Non solo. "E' il contatto umano e lo scambio di una qualche chiacchiera - spiega Carmine - mentre un panino viene preparato ad elevare il valore di un negozio come quello mio e di mia madre. E questo riconoscimento premia una parte degli sforzi di una mamma e di un figlio che cercano di adeguarsi ai tempo di oggi sempre più fast, deliziando il palato e la mente con qualche momento slow(food)".

25-09-2017 13:54:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO