DOMENICA 15 SETTEMBRE 2019
Il fatto

Incendio sul Vesuvio, il piromane è un macellaio di Torre del Greco: è stato a guardare mentre le fiamme arrivavano a casa sua

Leonardo Orsino incastrato dai video, il giovane di 24 anni ha appiccato il rogo con un accendino

di redazione
Incendio sul Vesuvio, il piromane è un macellaio di Torre del Greco: è stato a guardare mentre le fiamme arrivavano a casa sua

Ha rischiato di incendiare anche casa sua solo per vedere le fiamme distruggere utto. Nella vita fa il macellaio e finora pare non avesse precedenti specifici, Leonardo Orsino, il ventiquattrenne raggiunto nella notte da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'accusa di incendio boschivo nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Torre Annunziata sui roghi che nelle settimane scorse hanno devastato le aree protette del Parco nazionale del Vesuvio. Per provocare un disastro ambientale incalcolabile ha utilizzato un semplice accendino. E secondo le ricostruzioni degli inquirenti avrebbe agito da solo, appiccando il fuoco a delle sterpaglie a pochi metri da casa sua per poi restare a guardare come l’incendio si propagava. Se si conosce tutto della dinamica resta ancora un giallo su cosa abbia spinto il ragazzo a trasformarsi da macellaio in piromane.
Gli inquirenti restano invece ancora molto abbottonati sulle ragioni che hanno spinto il giovane a innescare le fiamme che poi hanno devastato diverse migliaia di metri quadrati di vegetazione, confermando che le fiamme sono arrivate a lambire anche la casa dove risiede il ragazzo nella parte alta di Torre del Greco. Ma da quanto emerso potrebbe anche solo trattarsi di un gesto folle che ha provocato un disastro ambientale e messo a rischio le case e le attività commerciali di tanti suoi concittadini. Incastrato velocemente dall’esame di telecamere e attività di intercettazione - è ritenuto responsabile di aver appiccato, il 14 luglio scorso a Torre del Greco, l'incendio che ha distrutto 10mila metri quadrati di Parco. Adesso si trova nel carcere di Poggioreale, in attesa del processo. 

28-07-2017 11:53:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO