MERCOLEDÌ 21 NOVEMBRE 2018
la storia

Intitolata a Simonetta Lamberti Via Maio di Porto a Napoli

Alla piccola, uccisa nel 1982 della camorra, è già intitolato lo stadio di Cava de' Tirreni sua città natale

di redazione

Era un assolato pomeriggio di sole del 29 maggio 1982, Simonetta tornava in macchina con il padre il giudice Alfonso Lamberti procuratore della repubblica a Sala Consilina dove si occupava di processi sulla camorra, da Vietri sul Mare a Cava de' Tirreni dove viveva, dopo essere stata al mare, quando l'auto sulla quale viaggiata fu affiancata da un'altra vettura, dalla quale i sicari della camorra fecero partire una granuola di colpi di arma da fuoco; Simonetta si era assopita e in quel momento era con la testa poggiata al finestrino e così come in un battito di ali di farfalla maggio, passò dalla vita alla morte colpita alla testa da alcuni proiettili, mentre suo padre rimase ferito in modo non grave.
A Simonetta che ogni anno viene ricordata 21 marzo nella Giornata della Memoria e dell'Impegno da Libera, erano stati finora intitolati lo Stadio Cava de' Tirreni, la biblioteca della scuola (fu il presidente Pertini a scoprire la targa esattamente due anni dopo la morte, e una piazza nel comun di Cautano in provincia di Benevento.
E' di oggi la notizia che la Giunta comunale di Napoli, presieduta dal sindaco Luigi de Magistris, ha approvato la delibera, proposta dall'sssessore alla Toponomastica Alessandra Clemente, di intitolarLe il tratto pedonale di Via Maio di Porto, nell'omonimo quartiere porto.
La strada che sarà intitolata a Simonetta Lamberti è stata individuata dal Consiglio della seconda Municipalità, che ne ha anche proposto l'intitolazione, in quanto frequentata soprattutto dai giovani grazie alla vicinanza dell'università (e della metro linea 1 fermata università), e "protesa verso il mare, simbolo di un orizzonte nuovo che vogliamo propiziare per la nostra terra" come recita la motivazione della delibera approvata dal Consiglio della seconda Municipalità.

08-11-2018 17:59:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO