GIOVEDÌ 13 DICEMBRE 2018
Juve Stabia

Juve Stabia a piccoli passi verso la salvezza

Ancora un pareggio per Zavettieri, ad Andria finisce a reti bianche

di Saverio Casalbordino

La Juve Stabia è di scena al “Degli Ulivi” di Andria in un match importante per le vespe in chiave salvezza vista la distanza ridotta a soli due punti dalla zona play out. L’Andria dal canto suo con una vittoria potrebbe chiudere già il suo campionato avendo raggiunto la quota utile per evitare gli spareggi.

Zavettieri manda in campo una squadra più accorta e con molte novità. Difesa a 3 composta da Romeo-Polak-Liotti. Sugli esterni agiscono i soliti Cancellotti e Contessa, in mezzo due novità con il ritorno dal primo minuto di Favasuli ed Izzillo affianco di Obodo. Davanti Nicastro a supporto dell’unica punta Del Sante.

Le due squadre si affrontano a viso aperto, la Juve Stabia cerca di tenere alto il suo baricentro facendo un pressing organizzato e creando qualche occasione sfruttando i calci piazzati. L’Andria gioca come al solito in velocità cercando subito l’ariete offensivo De Vena.

La prima occasione è proprio sulla testa di De Vena, lancio dalle retrovie di Stenderdo alla ricerca della punta che si fa spazio tra i due difensori, ma il suo colpo di testa termina a lato della porta difesa da Russo. Le Vespe provano a creare azioni pericolose sfruttando le fasce laterali ma i cross degli esterni risultano sempre imprecisi per Del Sante.

Si chiude così un primo tempo avaro di emozioni e di tiri nello specchio della porta per entrambe le squadre, si può benissimo dire che le difese stanno avendo la meglio sugli attacchi.

Match che non cambia nemmeno nella ripresa, le vespe si abbassano per difendersi e ripartire in contropiede cercando di trovare impreparata la retroguardia pugliese.

Al 61’ finalmente arriva la prima vera occasione della partita, ed è della Juve Stabia. Su cross di Contessa la palla passa tutta l’aria di rigore ed arriva sui piedi di Cancellotti che di prima calcia di pochissimo a lato del portiere Poluzzi.

Al 71’ la partita potrebbe avere una svolta, Obodo entra in maniera scomposta su Bollino e lo atterra, per l’arbitro Proietti il suo intervento è rosso diretto e le vespe restano in 10. L’Andria cerca di spingere per trovare il vantaggio e in dieci minuti crea più di un’occasione. Quella più importante è sui piedi di Cortellini che lanciato in profondità scarica il suo destro verso la porta dove Russo si mostra attento e dice no.

La Juve Stabia riesce a contenere le offensive pugliesi e dopo quattro minuti di recupero porta a casa l’ennesimo pareggio della gestione Zavettieri, sicuramente non da buttare via, soprattutto se ottenuto in trasferta. Ora le vespe devono ottenere punti fondamentali tra le proprie mura per allontanare lo spettro play out, Domenica la prima occasione da sfruttare contro il Messina che ha una classifica piuttosto tranquilla.

 

TABELLINO

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Poluzzi; Aya, Stendardo, Tartaglia; Paterni (61' Bangoura), Strambelli, Bisoli, Onescu, Cortellini; De Vena (83' Cianci), Grandolfo (54' Bollino). A disposizione: Cilli, Fissore, Alhassan, Capellini, Garcia, Vittiglio, Matera, Dellino. Allenatore: Luca D'Angelo. 


JUVE STABIA (3-5-2): Russo; Liotti, Romeo, Polak; Contessa, Cancellotti, Obodo, Favasuli (84' Diop), Izzillo (66' Lisi); Nicastro, Del Sante (74' Maiorano). A disposizione: Polito, Atanasov, Carrotta, Carillo, Gatto, Grifoni, Mascolo, Navratil, Gomez. Allenatore Zavettieri

ARBITRO: Matteo Proietti di Terni

ASSISTENTI: Andrea Zanetti di Portogruaro; Alessandro Colinucci di Cesena.

RETI: /

AMMONITI: 27' De Vena (FA); 27' Polak (JS); 65' Liotti (JS); 92' Bollino (FA)

ESPULSI: 70' Obodo (JS)

ANGOLI: 7-4

RECUPERO: 0' p.t.; 4' s.t.

SPETTATORI: n.c.

02-04-2016 17:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO