LUNEDÌ 20 MAGGIO 2019
Juve Stabia

La Juve Stabia ritrova tre punti d'oro con la Vibonese

Le vespe ritornano al successo, faticando e non poco, con un gol nel finale

di Saverio Casalbordino

La Juve Stabia ritorna alla vittoria, lo fa soffrendo e con un gol di rapina a dieci minuti dalla fine, ma quello che contavano sono i tre punti, fondamentali per ritrovare ossigeno. Ci pensa Atanasov su una punizione velenosa battuta da Marotta. Deludono ancora i nuovi acquisti Cutolo, sostituito proprio da Marotta, che non trova mai il guizzo decisivo e Paponi che commette una sciocchezza nel finale di gara lasciando la sua squadra in dieci. Sinonimo che questa squadra deve affidarsi ancora alla vecchia guardia, quella squadra che l’ha portata al primo posto nel girone d’andata e magari dare ancora il tempo ai nuovi acquisti di entrare nel gruppo e negli schemi del mister.

Fontana cambia ancora l’undici iniziale, alla ricerca di quella squadra che fino al 28 Dicembre era prima in classifica. Dietro ritorna Atanasov al centro della difesa mentre Camigliano viene spostato sulla sinistra visto l’infortunio accorso al nuovo acquisto Giron. A centrocampo Capodaglio è supportato da Izzillo e Salvi, davanti il tridente formato da Poponi, Cutolo e Rosafio. Dall’altra parte la Vibonese con la cura Campilongo cerca la disperata risalita dalle zone calde della classifica e la vittoria ottenuta a Caserta la settimana scorsa è la conferma che il tecnico campano sembra aver trovato la chiave giusta. Nelle file della Vibonese due ex Favasuli, visto fino allo scorso anno in maglia gialloblù, e l’attaccante Sowe.

 

NERVOSISMO Chi si aspetta una Juve Stabia tutta grinta rimane deluso, le vespe sono ancora la squadra che sta stentando in queste ultime uscite, incapace di fare il suo gioco e tremendamente in difficoltà in fase difensiva. La Vibonese dall’altro canto non è che se ne approfitti della situazione, tenta qualche sortita offensiva ma senza impensierire troppo Russo. Al’26 l’occasione più ghiotta per la squadra di casa avviene su calcio d’angolo battuto da Favasuli al centro verso Silvestri, ma il suo colpo di testa si stampa sulla traversa. Passano pochi minuti e Paponi, con un’azione di forza, arriva tu per tu con il portiere della Vibonese che respinge la sua conclusione. Si chiude così un primo tempo scandito soprattutto dal nervosismo delle due squadre, con numerosi falli commessi, quattro ammoniti totali e l’espulsione del tecnico Fontana, allontanato da Mantelli di Brescia per proteste.

ATANASOV! Nella ripresa le vespe entrano in campo più convinte, nei primi cinque minuti si guadagno tre calci d’angolo senza però trovare l’occasione giusta. Al’60 è la Vibonese ad andare vicina al gol con una conclusione di Saraniti deviata da Russo sopra la traversa. Sull’angolo seguente Giuffrida si incunea in area ma il suo tiro finisce a lato. Con l’ingresso di Marotta per Cutolo le vespe creano maggiori pericoli alla difesa di casa, lo stesso Marotta ben imbeccato da Capodaglio, trova una conclusione a volo che trova l’opposizione di Russo. Al 79’ la Juve Stabia trova il gol del vantaggio, da una punizione battuta da Marotta, Atanaosv trova il guizzo giusto davanti al portiere ed insacca un gol importantissimo per le vespe. La Vibonese tenta il tutto per tutto e si spinge in avanti, all’83 Favasuli trova un buon pallone sul secondo palo per Cogliati ma il Russo portiere delle vespe si supera e respinge la conclusione ravvicinata. All’88 vespe che restano in dieci uomini, Paponi già ammonito tira in porta a gioco abbondantemente fermo e l’arbitro estrae il secondo giallo. Dopo 6 minuti di recupero finisce la gara tra le proteste della squadra di casa che reclamava un rigore nell’ultima azione di gioco.

18-02-2017 16:30:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO