MERCOLEDÌ 20 MARZO 2019
Politica

La Sanità in Campania: si riparla del commissariamento

A breve, per la precisione a partire dal 1 Aprile, gli attuali commissari che gestiscono la sanità in Campania chiuderanno la verifica legata all’anno 2016 e si potrebbe assistere ad un passaggio di consegne

di redazione

Un incontro che ha fatto molto discutere, nel senso che in tanti si sono chiesti quali siano stati i punti trattati, quello che si è tenuto pochi giorni fa a Roma tra il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca. 
L’unica certezza è che in quell’incontro a porte chiuse è stata affrontata anche la questione delicata del piano di rientro della sanità campana, da tempo commissariata ed affidata a Joseph Polimeni, commissario per il piano di rientro dal debito, e Claudio D’Amario, ex manager della Asl di Pescara e attuale subcommissario.

A partire dal prossimo 30 marzo, infatti, i commissari che stanno traghettando la sanità locale chiuderanno la partita legata alla verifica del 2016, e si dovrà così tracciare un bilancio. E sono tanti i punti ‘caldi’ riguardanti la sanità campana che attendono una risposta.
Si parla ad esempio dei Lea e del loro monitoraggio; i Lea, ovvero i Livelli Essenziali di Assistenza, sono le prestazioni fornite a carico del Sistema Sanitario Nazionale. Ebbene, nella classifica che ogni anno il Ministero della Salute va a stilare tenendo conto proprio dei livelli sanitari offerti dalle singole Asl, la regione Campania risultava essere, al 2015, all’ultimo posto in Italia.
Così come è ancora da definire la questione legata alla cannabis medica. Che il consiglio regionale aveva approvato all’unanimità lo scorso luglio 2016, facendo della Campania la decima regione italiana a legiferare sul tema. In sostanza, con quella decisione, anche in Campania è stato reso possibile accedere alle cure con farmaci a base di cannabis a carico del Sistema Sanitario Nazionale. Solo che la situazione nella quale si trova la sanità campana non rende facile l’organizzazione logistica e pratica del provvedimento.

Altri aspetti delicati relativi alla sanità sono, ad esempio, quelli legati alla carenza di personale medico e infermieristico; nelle scorse ore abbiamo raccontato il caso limite, arrivato anche sul tavolo del consiglio regionale, della mancanza di medici e infermieri all’ospedale di Torre del Greco.

Tanti questioni aperte, sulle quali gli attuali commissari tireranno le somme con la chiusura del proprio mandato, a fine marzo. Joseph Polimeni e Claudio D’Amario sono al timone della sanità locale da gennaio 2016 e, con la fine del loro incarico, già si parla di successione e potenziali candidati.
E forse, sostiene più di qualcuno, è proprio del passaggio di consegne degli attuali commissari ad acta per la Sanità campana che si è parlato, nell’incontro delle scorse ore, tra il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni e il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

23-02-2017 12:53:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO