DOMENICA 16 GIUGNO 2019
Castellammare

L'addio del notaio Spagnuolo, muore a 68 anni uno dei protagonisti di Marina di Stabia e Fondazione Ras

I funerali domani mattina in Cattedrale, a lui si deve la valorizzazione dei reperti dell'antica Stabia

di redazione
L'addio del notaio Spagnuolo, muore a 68 anni uno dei protagonisti di Marina di Stabia e Fondazione Ras

Per lui parlavano le sue tante attività. Schivo, solitario, il notaio Nando Spagnuolo è andato via come aveva vissuto in silenzio. Malato da tempo, è morto a soli 68 anni, in questa fredda giornata di gennaio dopo avere trascorso l’ultimo tratto di vita all’insegna di un riserbo assoluto. Domani mattina alle 8,30 i funerali in Cattedrale. Molto presto per non fare del suo addio una cerimonia per tutti, ma saranno comunque in tanti a volere salutare un uomo che lascia con la sua scomparsa un segno importante in città. Prima tra tutti si deve a lui e ad un gruppo di soci l’avere testardamente voluto che al posto di una fabbrica sorgesse Marina di Stabia, il porto che ha cambiato l’aspetto di una parte di litorale e che oggi è meta di proprietari di panfili in arrivo da tutte le parti del mondo. Messo un tassello fondamentale nel ridisegno della città, ha anche acquistato dai salesiani la struttura di Scanzano che è diventata punto di riferimento per i ragazzi stranieri impegnati a studiare i tesori archeologici di Stabia. Tra i tanti pezzi del suo impero quello a cui forse teneva di più era proprio la Fondazione Ras, nata per la valorizzazione degli scavi, che ha realizzato progetti come l’esposizione dei reperti delle Ville romane in giro per importanti musei come quello di San Pietroburgo. Adesso lascia un vuoto nella direzione imprenditoriale tra cui quella di notaio costituiva solo un pezzo. A dirgli addio con un post su Fb tra i primi è il consigliere comunale Alessandro Zingone: “Addio notaio, grazie di tutto”. 

08-01-2017 12:05:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO