VENERDÌ 19 LUGLIO 2019
L'iniziativa

Natale a Castellammare, de Angelis a Cimmino: "Spesi molto più di 100 mila euro, il sindaco dica quanto è costato agli stabiesi"

Dall'opposizione il consigliere di Uniti per Stabia: "Antiche Terme date gratis a privati"

di redazione
Natale a Castellammare, de Angelis a Cimmino:
Il primo Natale firmato dal sindaco Cimmino e dal suo vice Lello Radice con eventi dal 7 dicembre a gennaio. Presentato ieri alla presenza di Sal Da Vinci che sarà sul palco in villa a Capodanno, oggi arriva l'attacco dell'ex candidato a sindaco Massimo de Angelis. "È stato approvato il cartellone natalizio per il Comune di Castellammare. Un cartellone i cui costi annunciati di circa 98mila euro, di cui attendiamo ancora di avere la relativa delibera ed i dettagli, sono per me solo una parte di quelli che poi realmente verranno spesi dal Comune di Castellammare. Non sto a dire se sono tanti o pochi, perché tutto è commisurato alla qualità degli spettacoli e degli artisti che saranno chiamati ad esibirsi. Quello che voglio mettere in evidenza è che i costi reali di questo cartellone devono tenere conto anche, ad esempio, del mancato incasso oltre che dei costi legati alla concessione esterna delle Antiche Terme per lo svolgimento dei mercatini di Natale. Ricordo a tutti che, come da regolamento, un privato che chiede ed ottiene l’utilizzo di questa struttura deve corrispondere al Comune stabiese un fitto di 1.500 euro al giorno. Poiché l’evento impegnerà le Terme dal 1 dicembre al 6 gennaio, parliamo di circa 60mila euro di mancato incasso per il nostro ente. Cosa ancor più grave se consideriamo che si tratta di un evento che prevede anche un ticket d’ingresso. Un importo, quindi, che va a sommarsi ai 98mila euro annunciati. Ma non solo. È importante far notare che, sempre secondo i regolamenti vigenti, la domanda del privato che vuole utilizzare la struttura delle Antiche Terme deve arrivare in comune 45 giorni prima dell’inizio dell’evento. Questo vuol dire che se il villaggio di Babbo Natale aprirà il 1 dicembre, la richiesta doveva giungere a Palazzo Farnese entro il 15 ottobre scorso. E ciò non è avvenuto. Bisogna poi considerare i costi di gestione della struttura in questo periodo, i costi di pulizia e quello relativo all’impiego della polizia municipale per garantire l’ordine e la sicurezza di tutti gli eventi del cartellone. Insomma, altro che 98mila euro! I soldi che saranno spesi sono molti di più. In ogni caso, mi riservo di analizzare ancor più nei dettagli tutto quanto è stato fatto per allestire il cartellone non appena ci verranno messi a disposizione i relativi atti amministrativi».
25-11-2018 13:47:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO