LUNEDÌ 26 AGOSTO 2019
Il caso

Patto tra medici per assenteismo, coinvolto anche un professionista di Gragnano: 18 misure cautelari

Tra gli indagati Luigi Mascolo in servizio al Policlinico

di redazione
Patto tra medici per assenteismo, coinvolto anche un professionista di Gragnano: 18 misure cautelari

Un patto tra "colleghi" per lasciare le corsie senza medici. Anche il reparto di Rianimazione rimasto senza dottori usciti durante l'orario di lavoro. "Chi è senza peccato scagli la prima pietra: andiamo tutti in galera o stiamo tutti in grazia di Dio": è solo una delle frasi intercettate agli atti dell’inchiesta che, questa mattina, ha portato a 18 misure cautelari dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per assenteismo all’ospedale di Sessa Aurunca e all’azienda universitaria Federico II di Napoli. Indagini partite nel 2017 grazie ad alcune denunce arrivate in Procura. Tra gli indagati figurano anche Olimpia Antonietta Di Bella e Luigi Mascolo, medici del Policlinico dell’Università Federico II. Destinatario di una misura cautelare anche Mascolo, medico di Gragnano nello scandalo degli assenteisti. Una telecamera era stata collocata dagli investigatori vicino ad una delle uscite di emergenza del San Rocco, usata per uscire fuori ed allontanarsi in auto dopo aver timbrato il cartellino, grazie al "patto" stipulato con i colleghi.
Sono 28 gli indagati complessivi, 18 destinatari di una misura cautelare: si tratta anche di dirigenti medici e personale infermieristico, ma anche di impiegati del settore amministrativo, che avrebbero stipulato un patto che minuto atto a truffare l’azienda ospedaliera. Per alcuni è infatti contestata l’associazione per delinquere finalizzata alla truffa. 
 

02-04-2019 12:27:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO