MERCOLEDÌ 23 GENNAIO 2019
La sagra

Pizza a Vico la festa dell'arte bianca sorrentina

Dal 3 al 5 aprile alcuni dei maestri pizzaioli vicani animeranno le strade del centro cittadino

di redazione

Vico Equense. Sapori, profumi, arte e tradizioni. Un cocktail unico e irripetibile: è l’appuntamento con “Pizza a Vico”, la manifestazione in programma nel caratteristico itinerario cittadino tra piazza Mercato e piazza Marconi, passando per piazza Umberto I, da domenica 3 a martedì 5 aprile prossimi. Un nuovo evento destinato a caratterizzare gli appuntamenti di primavera in un territorio di eccellenze enogastronomiche. ”Pizza a Vico” radunerà i maestri pizzaioli locali che proporranno la pizza realizzata con le materie prime a chilometro zero, dove l’alta qualità rappresenta una prerogativa vincente.
 

L’arte dei pizzaiuoli napoletani, candidata a diventare patrimonio mondiale dell'umanità Unesco, a Vico Equense ha visto crescere ed incrementare realtà economiche di notevole impatto, unitamene alle nuove generazioni che si affacciano in questo settore con spirito di ricerca, sperimentazione e innovazione. L’appuntamento con “Pizza a Vico”, quindi, si propone di contribuire a tutelare e promuovere un prodotto che caratterizza il territorio che ruota intorno alla realtà della pizza nel Terzo Millennio. La manifestazione rappresenta una opportunità per valorizzare la filiera di cui la pizza vicana rappresenta la punta di diamante in un percorso enogastronomico in cui rappresenta il valore aggiunto di un territorio ricco di tradizioni, storia, bellezze naturali e artistiche che rendono Vico Equense una location con proposte diversificate che spazia dalle risorse ambientali alla cultura dell’ospitalità.
 

La pizza rappresenta, quindi, un importante “strumento” culturale, turistico ed economico: la tre giorni della manifestazione è destinata ad alimentare una proficua opportunità per esportare il brand “made in Vico”. L’arte dell’ospitalità a tavola a Vico Equense affonda le sue storiche radici proprio nella tradizione della pizza. Negli anni sessanta del secolo scorso, infatti, il centro che apre le porte di accesso alla penisola sorrentina contraddistingueva per la presenza di caratteristiche pizzerie che attiravano dall’hinterland della costiera, dai centri vesuviani e da Napoli, i cultori della buona pizza, realizzata con gli ingredienti locali e servita in locali che all'epoca erano poco più che taverne o addirittura in forni attrezzati con tavoli e sedie. L'atmosfera era di assoluta semplicità, quasi spartana, nulla a che vedere con gli standard attuali dell’ospitalità a tavola. Locali in centro, ma anche disseminati nel dedalo delle viuzze attigue a piazza Umberto I, che d'estate avevano giardini o cortiletti con poche luci colorate come unica attrattiva, nei borghi collinari e nelle località che si intersecano nel lungo itinerario di via Raffaele Bosco, dal centro di Vico a Seiano. Un atmosfera semplice nobilitata dal sapore delle pizze che ancora oggi illumina il palato di chi ebbe la fortuna di assaggiarle. Da allora, in circa cinquant'anni, il settore della ristorazione vicana ha fatto passi da gigante, conservando intatto il culto dell’ospitalità e della convivialità della pizza. Valori che si propone di consolidare l’appuntamento con “Pizza a Vico”. La manifestazione sarà articolata con un itinerario che si evolve da domenica 3 a martedì 5 aprile prossimi nel centro storico tra piazza Mercato e piazza Marconi attraversando piazza Umberto I. I forni resteranno aperti per tutti e tre i giorni dalle 18 alle 23. Uno stand dedicato alla pizza senzaglutine con impasto preparato manualmente. La kermesse verrà inaugurata domenica 3 aprile alle ore 17.30 in piazza Mercato con l’intervento delle autorità locali e di esponenti delle associazioni che hanno contribuiti alla evoluzione della pizza in ambito internazionale.  
 

Alla manifestazione hanno aderito le pizzerie vicane CERASE’, AL BUCO, DA FRANCO, OASI SALTIMBOCCA, TERRA MIA, TITOS, CARDONE, MA CHE BONTA', MORDI E FUGGI, GIGHETTO, IL CAVALLINO, L'ANGOLO, PIZZA TAXI, CUORE DI PIZZA, FRATE COSIMO, ANTICO FORNO, IL CASALE DEL GOLFO e LA LONTRA.

01-04-2016 08:34:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO