DOMENICA 18 AGOSTO 2019
Il fatto

Pizzo di Natale a Castellammare, un sms a nome dei D'Alessandro per terrorizzare i commercianti: si allarga l'inchiesta

Dopo l'arresto di Vincenzo Spagnuolo, fratello del ras Nino, e di Emanuele Cioffi cresce la paura per il racket

di redazione
Pizzo di Natale a Castellammare, un sms a nome dei D'Alessandro per terrorizzare i commercianti: si allarga l'inchiesta

Esattori del clan in giro per fare soldi in vista di Natale. Un pizzo per arricchire le casse dei D'Alessandro a spese di commercianti e imprenditori stabiesi. Dopo l'arresto di ieri di due emissari di Scanzano, si teme che la pressione della cosca sulla città sia molto più estesa. "Vengo a nome di Scanzano, dammi 1500 euro". L'sms mostrato per intimore il proprietario di un bar nella piazza del Comune, potrebbe essere il messaggio indirizzato anche a molti altri. Si allarga l'inchiesta sul racket di Natale dopo gli arresti di Vincenzo Spagnuolo e Emanuele Cioffi. E' stato proprio Spagnuolo, fratello del ras Nino detto o' capastorta, a mostrare il messaggio sul suo cellulare all'imprenditore stabiese per ottenere in pochi minuti mille e cinquecento euro. In pratica lo stipendio di un mese per una estorsione fallita grazie al coraggio del commerciante che si è rifiutato di dare la cifra richiesta a nome dei D'Alessandro. Ottenuti solo i duecento euro in cassa, il pregiudicato stabiese non è riuscito ad andare lontano. Bloccato da carabinieri, agli ordini del maggiore Donato Pontassuglia, aveva ancora in tasca la somma rubata e il cellullare con il messaggio intimidatorio. Il suo complice, diciottenne incensurato, Emanuele Cioffi nascondeva invece un revolver a salve nei pantaloni. Un'arma da tirare fuori per terrorizzare le vittime. Chiuso l'episodio di ieri gli inquirenti stanno proprio indagando per capire se il racket di Natale abbia colpito altri commercianti, portando nelle casse di Scanzano soldi per stipendiare le famiglie dei carcerati durante le festività. Uno scenario tanto inquietante quanto probabile dopo quanto avvenuto nel bar della centralissima piazza Municipio. 

20-12-2017 19:29:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO