MARTEDÌ 23 LUGLIO 2019
La curiosità

Principe saudita fa tappa a Castellammare con la famiglia reale, poi tutti a Capri

A Stabia Main Port lo yacht di Montakj di Mohammad bin Fahd bin Abdul Aziz Al Saud e altre due imbarcazioni con le mogli e lo staff

di redazione
Principe saudita fa tappa a Castellammare con la famiglia reale, poi tutti a Capri

Comincia da Castellammare la vacanza di un principe saudita e del suo seguito. A precederlo oggi pomeriggio il suo yacht di 80 metri che è in sua attesa. Montakj di Mohammad bin Fahd bin Abdul Aziz Al Saud, principe della famiglia reale saudita è atterrato all'aeroporto di Napoli e si è diretto a "Stabia Main Port". 
Una prima tappa per poi ripartire per Capri con il resto della flotta, altre due mega yacht di 70 e 44 metri. In uno sono imbarcate le donne e i bambini della famiglia reale, nella terza lo staff che li accompagnerà nel loro giro italiano.
A coordinare il tour e i servizi tecnici l'agenzia Marittima Luise Group, con 22 sedi in Italia, nei più importanti approdi della Nazione, e altre 16 sedi con dipendenti diretti nel resto del mondo. 
Non è il primo arrivo importante nell’approdo stabiese che ospita vip ed è scelto come tappa delle rotte internazionali. Anche l’anno scorso degli emiri hanno scelto Castellammare per poi partire nel loro tour tra le isole del Golfo di Napoli.
L’operazione imprenditoriale è firmata da Raffaele ed Alessandro Esposito che hanno investito per la riconversione del molo vicino a Piazza Orologio, trasformandolo in Stabia Main Port, Francesco Luise dell'Agenzia Marittima Luise Group che sta credendo nell'iniziativa consigliando Stabia Main Port alla propria clientela internazionale di lusso e ad Assoagenti Campania, presieduta da Stefano Sorrentini, che hanno sposato l'iniziativa di recupero della facility garantendo le unità di agenzie storiche napoletane come la Holme e Klingeberg.
"Castellammare di Stabia e' un Porto strategico per il posizionamento al centro del Golfo - commenta soddisfatto Pietro Spirito, Presidente dell'Autorita' di Sistema del Mar Tirreno Centrale - il settore dei Gigayacht e' sicuramente la scelta giusta per rivitalizzare l'approdo che e' il più antico del Mediterraneo, perché creato dai Borbone con il Regio Cantiere oggi sede della Fincantieri. Bisogna dunque continuare con convinzione, fiducia ed impegno su questa strada".
A coordinare naturalmente servizi tecnici portuali, organizzazione dell'area e sicurezza dei nababbi del lusso che arrivano dal mare ci sta pensando la Capitaneria di Porto, presieduta dal Comandante Guglielmo Cassone, che ha dato il benvenuto al Principe e alla sua scorta. 

17-07-2017 21:17:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO