SABATO 23 MARZO 2019
La riforma

Reddito di cittadinanza, Campania prima per numero di famiglie beneficiarie

La misura dal primo aprile: ecco come funzionerà

di redazione
In Campania il maggior numero di disoccupati che porteranno a casa il reddito di cittadinanza. I nuclei beneficiari del reddito di cittadinanza si trovano al 47% al Centro Nord e per il restante 53% al Sud e nelle Isole. Per numeri assoluti di nuclei beneficiari le prime sei regioni in classifica sono nell'ordine: Campania, Sicilia, Lazio, Lombardia, Puglia, Piemonte. E' quanto si legge nella bozza di decreto su Reddito di cittadinanza e Quota 100. La platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza sarà di 1.437.000 famiglie per 8,5 miliardi di spesa. Saranno 198mila le famiglie coinvolte con cinque componenti o più per 1,4 miliardi di spesa. Il reddito di cittadinanza, che partirà dal primo aprile, dura 18 mesi e potrà essere rinnovato per ulteriori 18 mesi. Chi ottiene il reddito di cittadinanza dovrà impegnarsi ad accettare almeno una delle tre offerte di lavoro congrue. Nel dettaglio, la prima offerta di lavoro entro i primi sei mesi di fruizione dovrà essere entro i 100 km, la seconda offerta (tra il sesto e dodicesimo mese) entro i 250 km e la terza offerta (dopo il 12esimo mese) l'offerta arriverà da tutta Italia (se beneficiario in nuclei familiari senza minori e senza disabili). l beneficio economico del reddito di cittadinanza integrerà il reddito familiare fino a 500 euro al mese (6mila annui) per un single con una scala di equivalenza che può raggiungere al massimo il 2,1 (1.050 euro al mese) a fronte di almeno quattro persone se tutte maggiorenni e almeno cinque se nel nucleo c'è anche un minorenne. L'integrazione cresce fino a 280 euro al mese (per un totale di 780 euro se i redditi sono a zero) se la famiglia è in affitto. Il reddito viene riconosciuto per 18 mesi e può essere rinnovato dopo la sospensione di un mese.
Con la carta del reddito di cittadinanza si potranno prelevare contanti per un massimo di 100 euro al mese se si è single aumentati secondo la scala di equivalenza a seconda dei componenti del nucleo familiare (comunque non oltre 210 euro al mese). E' vietato spendere soldi per gioco d'azzardo, pena la revoca del beneficio. Ai beneficiari sono estese le agevolazioni sulle tariffe elettriche e del gas per le famiglie svantaggiate.
05-01-2019 16:45:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO