DOMENICA 23 SETTEMBRE 2018
Lavoro

Responsabile risorse umane, la professione più richiesta dalle aziende

Ecco quali sono le caratteristiche del perfetto "head hunter"

di redazione

Il responsabile delle risorse umane è una figura professionale sempre più richiesta dalle aziende. Selezionare il personale non è semplice, destreggiarsi tra curriculum e colloqui di lavoro diventa sempre più difficile, per questo motivo la maggior parte delle aziende decidono di avvalersi di una figura professionale che possa gestire sia il processo di recruitment, sia i dipendenti già assunti.

Negli ultimi anni dunque si sono moltiplicate le richieste di questi professionisti, per questo motivo seguire un percorso formativo in quest’ambito potrebbe portare a trovare un impiego in poco tempo.

Ma come diventare responsabile risorse umane? Ecco alcuni suggerimenti.

Come diventare responsabile delle risorse umane

Per diventare responsabile delle risorse umane è necessario seguire un percorso di laurea triennale o magistrale e successivamente fare un master di I livello che consente di ottenere tutte le competenze necessarie allo svolgimento di questa professione.

I corsi di laurea che si possono valutare al fine di avere una buona preparazione accademica sono

Scienze e Tecniche Psicologiche Psicologia Scienze della Formazione.

Se si segue un corso di laurea triennale nel campo psicologico è possibile seguire una specialistica magistrale in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni che è un corso specifico che aiuta a intraprendere questa carriera.

Infine, per avere una vera e propria specializzazione nel campo è consigliabile scegliere di seguire un master di I livello, come quelli specifici per la gestione delle Risorse Umane.

Cosa fa un responsabile delle risorse umane

Dopo aver appurato come diventare un professionista nel campo delle HR, entriamo nel dettaglio su cosa compete o meno a un responsabile delle risorse umane.

Questo professionista solitamente ha diverse mansioni tutte legate alla gestione del personale aziendale, infatti controlla le attività lavorative necessarie alla società, pianifica quali sono le figure professionali da assumere in azienda, e si occupa della ricerca, selezione e collocamento dei lavoratori.

Oltre ad occuparsi della ricerca e assunzione del personale, solitamente deve occuparsi anche degli aspetti contrattuali della posizione lavorativa. Deve gestire i turni, occuparsi dei congedi, dei pensionamenti, permessi speciali e pensionamenti.

La figura dell’HR è molto importante per l’azienda e per i lavoratori. Infatti, si occupa anche di fare da intermediario tra gli impiegati e la società, valuta le retribuzioni, e si relaziona con i sindacati. Questa è una posizione di forte responsabilità e per questo motivo è necessario avere una formazione specifica.

Quanto guadagna un responsabile delle risorse umane?

Anche nel campo delle risorse umane ci sono varie posizione lavorative da ricoprire, si inizia da una posizione junior e successivamente si può arrivare a ricoprire cariche più importanti come la figura di Direttore HR. I guadagni dunque variano a seconda della posizione ricoperta. Per chi inizia da una posizione junior lo stipendio annuale si aggira in media sui 43 mila euro, per i manager HR invece lo stipendio ammonta in media sui 105 mila euro annui. Quindi anche se bisogna seguire un percorso di studio che va dai quattro ai cinque anni i guadagni che si possono ottenere sono sicuramente un buon incentivo per intraprendere questo percorso.

05-09-2018 12:52:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO