DOMENICA 23 SETTEMBRE 2018
Il fatto

Scavi di Stabia, via gli abusivi dalle strutture a due passi da Villa San Marco

L'impegno del sindaco Cimmino: "Al più presto procederemo allo sgombero"

di redazione

Via gli abusivi dalla zona degli Scavi di Stabia. E' l'impegno assunto dal sindaco Cimmino al tavolo con il direttore del Parco archeologico Massimo Osanna. Lo sgombero delle strutture occupate abusivamente a due passi da Villa San Marco come primo passo per cominciare il restyling della zona e inserirla a tutti gli effetti nel circuito turistico culturale. E' il risultato dell'incontro che si è svolto oggi per passare alla concretizzazione della convenzione per la Reggia di Quisisana. Dice il sindaco Cimmino: "Sgomberare strutture occupate in prossimità dell'ingresso degli Scavi di Stabia e avviare un percorso di valorizzazione in sinergia con il Parco Archeologico di Pompei. Questa è la missione che intendiamo portare presto a compimento, mediante provvedimenti che ci consentiranno di liberare immobili occupati abusivamente a due passi dal varco d’accesso a Villa San Marco. Ho assunto questo impegno oggi con Massimo Osanna, direttore del Parco Archeologico di Pompei, che ho incontrato negli uffici di via Passeggiata Archeologica insieme al vicesindaco Lello Radice, alla dottoressa Giovanna Bonifacio, direttrice degli Scavi di Stabia, e ai tecnici del Parco Archeologico". Del resto già in passato Osanna aveva chiesto al Comune di intervenire sulla situazione di abusi e degrado. Spiega il primo cittadino su Fb: "Osanna ha esposto le criticità dell'area, chiedendoci di canalizzare gli sforzi in una direzione proficua, mirando alla tutela del nostro patrimonio archeologico. Si è discusso, pertanto, della necessità di effettuare alcuni interventi in prossimità delle aree strategiche alla valorizzazione degli Scavi di Stabia. L'idea comune consiste nel liberare spazi per la realizzazione di aree di accesso più accattivanti, nuovi servizi e segnaletica per garantire una maggiore visibilità al sito archeologico. Sulla cultura il Comune di Castellammare ha cambiato marcia: è ora di accelerare e valorizzare con ogni mezzo a nostra disposizione le nostre bellezze". 

13-09-2018 20:04:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO