LUNEDÌ 20 MAGGIO 2019
Il fatto

Scomparso da dieci giorni, ritrovato morto a Terzigno: indagato un trentenne

Accusato di omissione di soccorso, un giovane straniero del centro di accoglienza del vesuviano

di redazione

Era in compagnia del pensionato quando si è sentito male. Si sarebbe impaurito ed è scappato. Indagato un trentenne per la morte di Luigi Vassallo, ritrovato ieri in un casolare a Terzigno dopo dieci giorni di ricerche. Un giovane di origine cingalese è indagato con l’accusa di omissione di soccorso e occultamento di cadavere. Stando alle prime ricostruzioni, il trentenne si sarebbe appartato con il 71enne in un casolare a qualche centinaio di metri di distanza dalla struttura di accoglienza per migranti che lo ospita. Poi tutto va male, ma il giovane non chiama i soccorsi e fugge portandosi via il cellullare dell'uomo su cui c'erano le ultime telefonate che aveva fatto. Pensava in questo modo di riuscire a fare perdere le sue tracce, ma così non è stato. Gli inquirenti sono risaliti a lui e sarebbe stato proprio il giovane a fare ritrovare il corpo senza vita del pensionato che la famiglia continuava a cercare disperatamente. E' questa la svolta nelle indagini che anticipa il quotidiano il Mattino. I parenti di Vassallo lo cercavano disperatamente da quando il 5 maggio era uscito di casa dicendo che sarebbe andato a pranzo dalla sorella a Pompei. Poi il nulla, fino alla macabra scoperta di ieri. E ora il giallo svelato dall'inchiesta e che troverà ancora più risposte dopo l'autopsia disposta dalla Procura di Torre Annunziata. 

16-05-2019 12:19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO