LUNEDÌ 26 AGOSTO 2019
La truffa

Scoperto il boss del raggiro: vendeva Lego via internet, ma a casa non arrivava niente

Piazzava sui siti e-commerce inserzioni esca, frodando 100 euro a giocattolo

di redazione
Scoperto il boss del raggiro: vendeva Lego via internet, ma a casa non arrivava niente

I bambini aspettavano i loro Lego ma a casa non arrivava niente. Così lavorava il boss del raggiro, così come i carabinieri avevano ribattezzato un quarantacinquenne di Napoli che intascava cento euro a truffa. Piazzava sui siti di e-commerce annunci in cui proponeva la vendita di giocattoli della Lego, i famosi mattoncini assemblabili: un'inserzione-esca associata a un numero telefonico, una carta prepagata dove ricevere i soldi, ma quando sulla carta veniva accreditato il corrispettivo i giocattoli non venivano spediti agli acquirenti.
A far partire le indagini è stato un sessantenne reggiano, che con l'intenzione di fare un regalo al nipote ha acquistato un trenino merci della Lego per 100 euro, somma che ha versato tramite bonifico. Ma il giocattolo non è mai arrivato a destinazione. Da qui la denuncia ai carabinieri, che sono riusciti a risalire al truffatore dopo una serie di riscontri tra la mail dell'inserzione fasulla, l'Ip del computer usato per l'annuncio e la carta prepagata dove erano confluiti i soldi. 

26-02-2016 12:38:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO