MARTEDÌ 23 APRILE 2019
Falsi invalidi

Si finge cieco e ottiene posto di centralinista in Regione, cinquantenne di Nocera intasca 300mila euro

Mega truffa scoperta dalla Guardia di Finanzia in Emilia Romagna

di redazione

Sembra la trama di Benvenuti al Sud. Ma se l’idea è la stessa lo scenario cambia. Non si tratta di un set cinematografico ma del piano di cinquantenne di Nocera Inferiore. Una truffa che gli ha fatto intascare trecentomila euro, prima di essere scoperto dalla Guardia di Finanza a Piacenza. Fingendosi cieco era riuscito anche ad entrare nella pubblica amministrazione facendosi assumere nelle quote protette dalla Regione Emilia Romagna. Facendogli i conti in tasca tra pensione, indennità di accompagnamento e stipendi ha incassato quasi 300 mila euro. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore di Nocera Inferiore, Giuseppe Cacciapuoti, e condotte dai finanzieri della locale sezione di Polizia giudiziaria con il Nucleo di Polizia Tributaria di Piacenza, hanno consentito di scoprire la truffa.
Il 49enne era riuscito a farsi riconoscere la condizione di cieco parziale prima e totale dopo, ottenendo dall'Inps l'erogazione di una indennità speciale dal 2001 al 2012 e un assegno di accompagnamento dal 2012 per oltre 72mila euro. Si tratta ora di capire anche come abbia fatto ad ottenere certificati e visite che accertassero una disabilità che non aveva. Era riuscito ad accedere ad un corso per centralinisti non vedenti, conseguendo la qualifica professionale ed ottenendo l'iscrizione all'albo dei centralinisti telefonici non vedenti. Nel 2004 era stato assunto come centralinista non vedente negli uffici di Piacenza della Regione, percependo 235 mila euro. 

18-02-2016 18:23:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO