MARTEDÌ 23 APRILE 2019
Il fatto

Spari contro la porta di un pregiudicato a Torre del Greco, intimidazione camorristica ad un ex pusher

Il sorvegliato speciale era in casa con la moglie e il figlio

di redazione

Un proiettile ha raggiunto la porta di casa, gli altri due sono stati trovati a terra. Il messaggio inequivocabile che la camorra ha inviato ad un ex pusher del clan Falanga a Torre del Greco, ieri sera, poco prima della mezzanotte. Vittima del raid di fuoco un pregiudicato A.M., 61 anni, con precedenti per spaccio di droga. L’uomo, libero ma sorvegliato speciale, era a casa con la moglie e con il figlio quando sentito i colpi di una pistola nel silenzio della notte. Al lavoro, da ieri, gli inquirenti per capire cosa ci sia dietro l’intimidazione. Ascoltata dalla polizia la vittima del raid, l’uomo ha detto di non sapere chi può volerlo terrorizzare e perché, non offrendo un contributo decisivo all’inchiesta. Tre i proiettili esplosi, due a terra, uno contro la porta d’ingresso della sua abitazione in vico Ortocontessa. Per fortuna a quell’ora non c’era nessuno in strada e non ci sono stati feriti. Le indagini portano comunque a liti e vendette legate al traffico e allo spaccio di droga a Torre del Greco. 

22-06-2017 12:01:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO