GIOVEDÌ 18 LUGLIO 2019
L'iniziativa

Stop ai furbetti sugli autobus, a Castellammare arriva l'agente anti-evasione

L'Eav sceglie gli stabiesi per sperimentare i nuovi controlli sul trasporto urbano

di redazione
Stop ai furbetti sugli autobus, a Castellammare arriva l'agente anti-evasione

Troppi furbetti sugli autobus di Castellammare. E la città diventa protagonista di un progetto pilota contro chi viaggia senza pagare il biglietto. L'Eav sperimenterà il secondo agente "anti evasione" sui bus in servizio a Castellammare di Stabia e Bacoli, nel Napoletano. Lo rende noto il presidente del Consiglio di Amministrazione dell'Ente Autonomo Volturno, Umberto De Gregorio.
"L'attuale organizzazione aziendale di EAV - spiega - già prevede la vendita a bordo di titoli con sovraprezzo da parte dei conducenti. Nei primi sette mesi del 2017 sono stati venduti a bordo oltre 280 mila titoli di corsa semplice, con incassi pari ad oltre 540 mila euro. Risultano, d'altra parte, ben note le difficoltà da parte dei conducenti ad emettere titoli su linee e servizi con particolari caratteristiche ambientali e di traffico, sia veicolari che di viaggiatori; altrettante note sono le sofferenze circa di tassi di evasione tariffaria in alcune aree. In alcune zone è praticamente impossibile per l'autista fare il biglietto a bordo".
"Per prevedere il secondo agente a bordo - sottolinea De Gregorio - occorrono due condizioni. La prima è il personale: oggi il ramo gomma di EAV conta 540 autisti, ed è insufficiente già a coprire il servizio, tanto che abbiamo dovuto ricorrere all'interinale per fronteggiare il picco di domanda nelle località turistiche. E' noto che EAV intende assumere nuovo personale, ma non è operazione semplice, e occorre verificare i limiti imposti dalla normativa Madia". "La seconda cosa da fare - spiega ancora il presidente del CdA - è poi valutare "se il secondo agente si paga": ovvero se il costo del secondo agente è coperto dai maggiori incassi derivanti dai controlli con il secondo agente a bordo in grado di fare i biglietti".
"Nelle prossime settimane, quindi, - conclude De Gregorio - abbiamo intenzione di avviare in via sperimentale, per un paio di mesi, previa intesa con i sindacati, nei servizi urbani di Castellammare e Bacoli, in modo da verificare gli effetti in termini di gettito di incassi".

06-09-2017 17:54:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO