GIOVEDÌ 18 LUGLIO 2019
eventi

Tante stelle ed istituzioni per festeggiare la nuova lounge Italo Club

Presentata l'importante collaborazione con LoveItaly per tutelare i monumenti italiani

di Annalaura Gaudino
Tante stelle ed istituzioni per festeggiare la nuova lounge Italo Club

Grande evento giovedì 15 settembre alla Stazione Napoli Centrale. Dopo le inaugurazioni alla Stazione Termini di Roma ed alla Centrale di Milano, Italo ha aperto l’esclusiva “Lounge Italo Club” di Napoli, il nuovo stile di accoglienza per iniziare l’esperienza di viaggio appena arrivati in stazione. I festeggiamenti sono partiti alle 18.30 all’insegna della musica, delle star e della buona cucina partenopea, brindando con l’ottimo Spumante Pinot Nero metodo Charmat fornito dall’azienda agricola Montini, partner degli eventi organizzati nelle esclusive Lounge targate Italo, e con il fantastico cocktail Italo Passion ideato per l’occasione.

Madrina dell’evento è stata l’attrice e cabarettista Rosalia Porcaro.

Numerosi i protagonisti del mondo dello spettacolo (fra musica, Tv, cinema e teatro) che hanno partecipato all’evento, fra cui Peppe Barra, Ciro Petrone e Marco Palvetti (interprete di Salvatore Conte) di Gomorra, Mariano Bruno, Francesco Albanese e Ivan e Cristiano (da “Made in Sud”), Gino Rivieccio, Claudia Megrè, Giacomo Rizzo, Barbara Foria, Barbara Petrillo, Lucia Cassini, Antonello Cuomo (cantante e "sosia di Antonello Venditti"), Giovanna Rei, Ramona Amodeo.

Non sono mancate le istituzioni locali: presenti Sandro Fucito, Presidente del Consiglio Comunale di Napoli, gli Assessori del Comune di Napoli Nino Daniele (Cultura e Turismo) anche in rappresentanza del sindaco Luigi De Magistris, Alessandra Clemente (Politiche Giovanili e Innovazione), Mario Calabrese (infrastrutture) e i rappresentanti dell'Assessorato regionale alle Attività Produttive guidato da Amedeo Lepore, e dell'assessorato al Bilancio e alle Finanze del Comune di Napoli guidato da Salvio Palma.

E ancora, fra gli altri, il Presidente dei Giovani Industriali di Napoli Susanna Moccia, il presidente della Bcc Napoli Amedeo Manzo, l'imprenditore Dario Scalella e i docenti universitari Raffaele Cercola e Luigi Caramiello.

 

A fare gli onori di casa anche l'azionista e socio fondatore di NTV, il Cavaliere Gianni Punzo, Presidente dell'Interporto campano di Nola insieme al figlio Lucio, Consigliere di Amministrazione di NTV.

In occasione di questo evento Italo ha presentato la collaborazione con LoveItaly, associazione no profit impegnata in progetti di crowdfunding con lo scopo di tutelare e restaurare il patrimonio artistico italiano. Grazie alle donazioni spontanee raccolte da LoveItaly, attraverso la propria piattaforma online dalla quale tutti i donatori possono costantemente verificare l’effettivo avanzamento e la realizzazione dei lavori, tutti possono diventare dei veri mecenati, contribuendo in prima persona alla rinascita dei beni artistici del nostro Paese.   

 

Italo aderisce all’iniziativa volta a promuovere il restauro del Cubiculum numero 3 della Domus del Centauro; il cubiculum in questione è una delle più belle stanze da letto del sito archeologico campano di Pompei. Italo vuole fare la sua parte, per sensibilizzare i cittadini e far sì che grazie alle donazioni ricevute i grandi monumenti italiani tornino a godere della loro originaria bellezza. Salvaguardare le opere nostrane e riconsegnarle ai cittadini ed ai tanti turisti che si recano quotidianamente a visitarle è un valore che Italo condivide in pieno e che fa suo, nell’interesse dell’intera comunità.

 

Durante la presentazione di questo importante progetto, hanno preso la parola Gloria Arditi, socia fondatrice e Membro del Consiglio Direttivo di LoveItaly, raccontando la propria esperienza:” Individuiamo i progetti grazie a quanto ci viene presentato dalle Sovrintendenze, dalle Università, dalle Fondazioni, dagli Enti, dai restauratori e dai cittadini appassionati. Il finanziamento dei progetti avviene attraverso il Crowdfunding, un modo innovativo che si basa sul Micromecenatismo, cioè piccole donazioni di tanti, in questo caso di appassionati delle bellezze italiane, che vedono nel nostro progetto di salvaguardia, un percorso virtuoso per diventare tutti responsabili di un cambiamento di mentalità. Non dobbiamo aspettarci più tutto dall’alto, ma entrare in campo anche con poco, per essere protagonisti di un cambiamento necessario a sostegno del patrimonio italiano che è immenso, e che quindi necessita della piccola-grande collaborazione di ognuno di noi, anche con poco. Diventiamo tutti Micromecenati, in tanti cambieremo le cose!”.

 

Ha partecipato alla presentazione anche Fabio Galeandro, Funzionario Archeologo Responsabile della Regio VI del sito pompeiano:” Il sito di Pompei, per la sua stessa natura ed unicità e per quello che quindi rappresenta per il mondo intero, necessita di una complessa ed articolata gestione. Nell’ambito delle molteplici attività in cui il personale in servizio alla Soprintendenza è strettamente coinvolto, ben si inseriscono le attività come le sponsorizzazioni ed erogazioni liberali.

Nel caso di specie è stata attivata da un anno una convenzione con LoveItaly per un progetto di crowdfunding inerente al cubicolo 3 della Casa del Centauro. Ai fini della maggior tutela del bene la Soprintendenza si è presa in carico l’onere di integrare la raccolta fondi fino al raggiungimento della cifra ritenuta necessaria per l’intervento, qualora non si dovesse raggiungere la cifra stabilita con il crowdfunding. Quanto alla scelta dell’oggetto dell’intervento, la casa del Centauro, si trova in uno dei quartieri più importanti della città, già prediletto dall'aristocrazia Sannita, anche per la sua vicinanza al foro. All’interno il più bel cubicolo della domus, esempio più importante a Pompei di una stanza con anticamera e alcova della tarda età sannitica, cioè del II secolo a.C., che fu il momento di massima fioritura della città. Naturalmente, una volta eseguiti la messa in sicurezza e il restauro, la domus, con il cubicolo e quanto la circonda, sarà nuovamente aperta al pubblico”.

 

Italo, che con piacere ha ospitato nella sua nuova Lounge questo evento, prosegue il suo forte insediamento sul territorio, garantendo sempre maggiori servizi ai suoi viaggiatori. Antonella Zivillica, Direttore Relazioni Esterne e Stampa NTV, ha dichiarato:” Siamo fieri di essere qui oggi in occasione dell’inaugurazione di questa nuova Lounge di Italo. Ora anche a Napoli possiamo offrire il meglio ai nostri clienti, rendendo loro piacevole l’attesa del treno. Italo è riuscito così a trasformare quell’attesa che una volta per tanti era snervante, in un’esperienza unica, mettendo a disposizione dei viaggiatori i migliori servizi: wi-fi, giornali, snack, bevande e tanto altro”.

 

La Lounge Italo Club di Napoli Centrale è un mix di confort ed eleganza, luogo ideale per una comoda pausa prima di mettersi in viaggio. Dedicata ai passeggeri di Club Executive e ai titolari delle carte Italopiù Black, Italopiù Platinum e Italopiù Sprint, potrà essere utilizzata anche come luogo d’incontro e di lavoro. Aperitivi Made in Italy, wi-fi veloce per ottimizzare i tempi d’attesa, giornali, riviste e schermi video per essere sempre informati e una biglietteria per ogni esigenza operativa. Dopo quella di Roma e di Milano, la Lounge di Napoli diventa sede di tante iniziative dedicate ai viaggiatori, luoghi perfetti per offrire servizi e prodotti esclusivi.

 

17-09-2016 15:00:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO